lunedì 27 febbraio | 12:30
pubblicato il 09/mag/2012 09:23

Crisi/ Camusso: Sacrifici senza speranza portano ai drammi

Molti pensano che questa crisi non avrà fine

Crisi/ Camusso: Sacrifici senza speranza portano ai drammi

Roma, 9 mag. (askanews) - I lavoratori dipendenti e i piccoli imprenditori cominciano a convincersi che i sacrifici di questi anni siano stati inutili. E di fronte alla mancanza di speranza è più facile che chi vive situazioni di difficoltà economiche possa arrivare al gesto estremo di togliersi la vita. Il segretario generale della Cgil, parla in un'intervista a Repubblica dell'escalation di suicidi in Italia a causa della crisi. "Penso che molti - ha detto Camusso - abbiamo cominciato a convincersi che questa crisi non avrà fine. Che i sacrifici di 4 anni sono stati inutili. Se alle persone togli l'orizzonte non puoi stupirti dei drammi. I sacrifici senza speranza sono la formula della disperazione". Per Camusso sono "quattro anni che il popolo dei lavoratori dipendenti e dei piccoli imprenditori fa sacrifici". I gruppi più a rischio sono "chi ha una famiglia da mantenere e i pensionati soli".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech