giovedì 23 febbraio | 22:02
pubblicato il 12/mag/2012 12:00

Crisi/ Camusso: Ridare speranza,disagio non diventi disperazione

"La gente si chiede se tanti sacrifici servono a qualcosa"

Crisi/ Camusso: Ridare speranza,disagio non diventi disperazione

Roma, 12 mag. (askanews) - In una fase difficile per il Paese è necessario "ridare speranza" alle persone, per evitare che il disagio non diventi "rassegnazione o disperazione individuale". Lo ha sottolineato il leader della Cgil, Susanna Camusso, secondo cui "bisognerebbe ridare una speranza e una prospettiva, cominciando a occuparsi di crescita e creazione di posti di lavoro. Se non si fa questo il disagio diviene un'individuale rassegnazione o un'individuale disperazione". "L'Italia - ha affermato la Camusso ai microfoni di Tgcom24 - è al quarto anno di crisi. Per lungo tempo la si è sottovalutata, poi a un certo punto la si è presa di petto con delle politiche di rigore che hanno peggiorato ulteriormente la condizione delle persone e non ci si è preoccupati di creare lavoro". "C'è un disagio palpabile - ha concluso il segretario generale - e una sensazione che siamo in un tunnel di cui non si vede l'uscita. La domanda più frequente è: i sacrifici che stiamo facendo servono a qualcosa?".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech