venerdì 09 dicembre | 02:58
pubblicato il 11/gen/2013 14:19

Crisi: Camusso, no a salario minimo, contratti nazionali insostituibili

Crisi: Camusso, no a salario minimo, contratti nazionali insostituibili

(ASCA) - Milano, 11 gen - La Cgil di Susanna Camusso dice no alla proposta di introdurre un salario minimo unico europeo lanciato ieri dal presidente uscente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker. ''E' una proposta che noi non condividiamo perche' e' quella di non avere contratti nazionali ma al massimo una contrattazione di secondo livello'', ha tagliato corto la sindacalista intervenendo a Milano a margine della presentazione di un rapporto sull'insicurezza sociale ed economica. ''Noi pensiamo - ha evidenziato ancora la Camusso - che il contratto nazionale sia uno strumento insostituibile''. fcz/cam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni