lunedì 16 gennaio | 23:31
pubblicato il 16/set/2013 20:11

Crisi: Bernabe', Stato torni a politica economica. Il mercato non basta

(ASCA) - Torino, 16 set - Vinta probabilmente per molto tempo ancora la battaglia contro l'inflazione, il capitalismo scopre oggi un'altra frontiera ancora piu' dolorosa: l'incapacita' di far crescere l'occupazione. Il capitalismo odierno non e' piu' in grado di creare lavoro. Vale soprattutto in Italia, ma e' un problema generale dell'occidente. E' quanto ha sottolineato il presidente di Telecom Italia Franco Bernabe' nel corso della sua lezione all'Universita' di Torino sul futuro del capitalismo.

Il mercato sta mostrando i suoi limiti, dice Bernabe', abbiamo preteso troppo in passato dai meccanismi di mercato utilizzando anche in modo indiscriminato risorse future. E oggi le politiche monetarie espansive si stanno dimostrando inefficaci. La finanza deve tornare nel suo alveo naturale di servizio all'impresa, mentre le politiche economiche devono puntare non sul cittadino consumatore, ma sul cittadino lavoratore. Il mercato del lavoro, spiega Bernabe', si sta polarizzando tra chi ha capacita' intellettive qualificate e chi e' in grado di svolgere attivita' manuali non standardizzabili. La conseguenza e' un'irreversibile contrazione di quel grande popolo dei colletti bianchi, del lavoro generico, i cui salari sono destinati a indebolirsi. Bernabe' ha ricordato che la mancanza di lavoro non e' soltanto una penalizzazione dei redditi, ma esclusione sociale e per questo ''ci sara' bisogno di un intervento pubblico e privato di dimensioni straordinariamente piu' ampie che nel passato perche' l'intervento si dovra' far carico dei lunghi e difficili processi di transizione''. Lo Stato, aggiunge, deve ''riprendere senza complessi di inferiorita' il suo ruolo inteso come capacita' di mettere in atto politiche economiche''. Uno strumento fondamentale, ha detto Bernabe' e' quello della formazione, perche' ha spiegato molte professioni sono destinate a scomparire o ad essere sostituite da procedure automatizzate. Le tecnologie possono creare lavoro, ma vanno accompagnate. Ci sono enormi capacita' di calcolo inutilizzate, ha sottolineato Bernabe', cosi' come la le capacita' di trasporto della fibra ottica, entrambe ferme al 2% delle potenzialita'. C'e' bisogno di intelligenze, di capacita' di sviluppo del software perche' il mercato da solo non basta.

Bernabe' ha anche attaccato la finanza che non e' stato un meccanismo di creazione di ricchezza, ma soltanto di ''trasferimento di ricchezza'' e i cui eccessi e il relativo salvataggio seguito alla crisi delle grandi banche americane sono costati il 28 per cento del pil mondiale, piu' dello stesso welfare da anni messo in discussione. eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello