domenica 04 dicembre | 19:42
pubblicato il 10/lug/2013 12:27

Crisi: Azzi (Federcasse), S&P non riconosce nostri sforzi

(ASCA) - Roma, 10 lug - ''L'abbassamento del rating italiano da parte di S&P non solo non riconosce gli sforzi che il nostro Paese sta facendo - e ha fatto - sulla via del risanamento rischiando di vanificarli. E' nuovamente una valutazione intempestiva che conferma la necessita' di una diversa regolamentazione delle societa' di ratings. Occorre urgentemente rimuovere la sudditanza verso organismi privati autoreferenziali che con le loro valutazioni, in ragione del permanere di automatismi, incidono sulla possibilita degli intermediari vocati al sostegno dell'economia reale, come le BCC, a continuare a sostenere famiglie ed imprese''. Lo ha detto il presidente di Federcasse, Alessandro Azzi, a margine dell'assemblea annuale Abi.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari