lunedì 27 febbraio | 12:56
pubblicato il 10/lug/2013 12:27

Crisi: Azzi (Federcasse), S&P non riconosce nostri sforzi

(ASCA) - Roma, 10 lug - ''L'abbassamento del rating italiano da parte di S&P non solo non riconosce gli sforzi che il nostro Paese sta facendo - e ha fatto - sulla via del risanamento rischiando di vanificarli. E' nuovamente una valutazione intempestiva che conferma la necessita' di una diversa regolamentazione delle societa' di ratings. Occorre urgentemente rimuovere la sudditanza verso organismi privati autoreferenziali che con le loro valutazioni, in ragione del permanere di automatismi, incidono sulla possibilita degli intermediari vocati al sostegno dell'economia reale, come le BCC, a continuare a sostenere famiglie ed imprese''. Lo ha detto il presidente di Federcasse, Alessandro Azzi, a margine dell'assemblea annuale Abi.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech