sabato 10 dicembre | 21:40
pubblicato il 01/lug/2014 16:51

Crisi: Assinform, aziende ICT resistono. Occupazione stabile

(ASCA) - Roma, 1 lug 2014 - In un contesto di crisi economica conclamata, le 122.608 imprese dell'Information & Communication Technology faticano ma resistono, soprattutto nelle dimensioni che riguardano il Capitale Umano. I dati ufficiali parlano di 539.483 (addetti regolari e atipici) del settore, con un saldo 2013 fra assunzioni e uscite appena negativo sostanzialmente stabile e con retribuzioni che finalmente recuperano potere d'acquisto (impiegati +2,7%, quadri +3,1%, unica eccezione i dirigenti con flessione del -0,2%). Questi i dati di partenza che emergono dall'Osservatorio delle competenze digitali 2014, realizzato dall'AgID insieme ad Assinform, Assintel e Assinter, unite in una nuova ''alleanza'' dell'ICT nata per dare un supporto coeso alla strategia digitale del Paese, che viene presentato oggi a Milano. Luci ed ombre che si confermano nei processi interni alle aziende ICT: nel recruitment si lamentano gap di competenze digitali specifiche, sia rispetto al percorso di studio dei neo assunti (48,1% dei rispondenti) sia nella disponibilita' di specifiche competenze per Manager e Professional (oltre la meta' dei casi); nella fase di valorizzazione spesso mancano processi strutturati di valutazione e carriera, soprattutto nelle piccole imprese, e la formazione subisce da anni tagli di budget consistenti. In tutto cio', la Riforma Fornero e' al piu' valutata come ininfluente (58,5% aziende del campione), se non negativa per l'aumento dei costi nella gestione della flessibilita' in entrata.

''Lavorare uniti per un obiettivo comune e' l'idea forte che emerge da questo progetto'', cosi' commenta Giorgio Rapari, Presidente di Assintel. ''Siamo riusciti ad attivare un dialogo fra Pubblico e Privato nell'ICT sul terreno comune della valorizzazione delle competenze digitali, fattore strategico per la vera evoluzione del nostro mercato. Ora occorre cambiare le regole del gioco affinche' vengano coinvolte attivamente le PMI diffuse sul territorio, che sono spesso il vivaio delle competenze piu' innovative''.

''E' in atto una profonda trasformazione dei modi di produrre e fare sistema, basata proprio sulle tecnologie digitali. E' un fenomeno inarrestabile. Allineare le competenze digitali disponibili a fabbisogni in continuo divenire e' oramai condizione essenziale per fare impresa e creare occupazione''. Sono queste le considerazioni di Agostino Santoni, Presidente di Assinform che ha anche sottolineato come ''un Osservatorio che permetta di cogliere i trend e la continua trasformazione di profili ICT e' uno strumento di job-intelligence oramai indispensabile. Per le aziende dell'ICT, per le imprese di tutti i settori che innovano con il digitale, per chi nelle Istituzioni e nelle imprese, si impegna nella valorizzazione del capitale umano, e per chi ha capito che l'IT oramai pervade tutte le figure professionali chiave''.

''E' necessario partire dalle persone e dalle loro capacita' e competenze per rilanciare il futuro del Paese - sostiene la Presidente di Assinter Clara Fresca Fantoni - ed il settore ICT deve essere, per vocazione e prospettive, in prima linea nel proporre una visione chiara e supportata da dati di contesto certi. Per questo costituire alleanze inedite e precompetitive, come quella avviata con l'Osservatorio delle Competenze Digitali, crediamo sia la strada giusta per raggiungere quei comuni obiettivi di sistema che stimoleranno il cambiamento, nel mercato, nella pubblica amministrazione e nella nostra societa'''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina