venerdì 09 dicembre | 13:19
pubblicato il 17/apr/2013 12:00

Crisi/ Appello Rete Imprese a politici: Adesso tocca a voi

Manifesto aperto a sottoscrizione amministratori e imprenditori

Crisi/ Appello Rete Imprese a politici: Adesso tocca a voi

Roma, 17 apr. (askanews) - Proseguendo nella linea di forte denuncia della drammaticità della situazione per le Pmi, culminata nella giornata di mobilitazione del 28 gennaio scorso, il prossimo 9 maggio Rete Imprese Italia presenterà nell'ambito dell'assemblea 2013 il manifesto 'Adesso tocca a voi!'. L'appello al governo, al Parlamento e alla politica "ad agire immediatamente con misure concrete a sostegno della crescita e dell'economia reale è aperto alla sottoscrizione degli amministratori e degli imprenditori su tutto il territorio nazionale". I risultati dell'iniziativa e della raccolta firme verranno presentati il giorno dell'Assemblea. "La crisi - si legge nel manifesto - sta cancellando la parte più vitale del nostro sistema produttivo. Nel 2013, 26,6 miliardi in meno di Pil, 22,8 miliardi in meno di consumi, 249 mila chiusure delle attività commerciali e dell'artigianato". "La ripresa - si sottolinea nell'appello - diventa un miraggio, gli imprenditori hanno perso la pazienza e stanno perdendo la speranza. Ma il destino non è segnato. Le imprese dell'artigianato, del terziario di mercato e l'impresa diffusa, che nel nostro Paese producono il 58% del Pil e danno lavoro al 62% degli occupati, non ci stanno. Reagire alla crisi si deve e si può. Le nostre imprese - conclude il manifesto di Rete Imprese Italia invitando il governo, il Parlamento e la politica a fare la propria parte - hanno fatto tutto il possibile: adesso tocca a voi!" Il protrarsi della recessione, spiega Rete Imprese Italia, "sta riducendo allo stremo le imprese del terziario di mercato, dell'artigianato e l'impresa diffusa che vivono sulla propria pelle il peso insostenibile dell'eccessiva pressione fiscale, del crollo dei consumi senza precedenti, del difficile e costoso accesso al credito, dell'annosa questione della riscossione dei crediti vantati nei confronti della P.A".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina