domenica 22 gennaio | 11:30
pubblicato il 04/nov/2013 16:35

Crisi: Angeletti, nessun motivo ottimismo. Cambiare impianto manovra

Crisi: Angeletti, nessun motivo ottimismo. Cambiare impianto manovra

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''A me sembra che la situazione sia molto seria e non ci siano seri motivi per essere ottimisti.

La ripresa puo' essere fondata sulla domanda estera, che sta diminuendo, o su qualle interna che si sta esaurendo perche' i redditi sono fermi. A meno di una stregoneria non si puo' dire ci siano segni di ripresa''. Lo afferma il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, rispondendo alle domande dei conduttori della trasmissioni di Rai radio 1 'Baobab' sull'ottimismo del governo circa la ripresa della crescita in Italia. Circa la legge di stabilita', Angeletti ribadisce che ''bisogna rivederne l'impianto'' e che e' necessario ''ridurre le tasse'' e ''tagliare la spesa pubblica dove assomiglia a sprechi se non proprio a violazioni del codice penale''.

sgr/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4