domenica 11 dicembre | 05:20
pubblicato il 04/nov/2013 16:35

Crisi: Angeletti, nessun motivo ottimismo. Cambiare impianto manovra

Crisi: Angeletti, nessun motivo ottimismo. Cambiare impianto manovra

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''A me sembra che la situazione sia molto seria e non ci siano seri motivi per essere ottimisti.

La ripresa puo' essere fondata sulla domanda estera, che sta diminuendo, o su qualle interna che si sta esaurendo perche' i redditi sono fermi. A meno di una stregoneria non si puo' dire ci siano segni di ripresa''. Lo afferma il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, rispondendo alle domande dei conduttori della trasmissioni di Rai radio 1 'Baobab' sull'ottimismo del governo circa la ripresa della crescita in Italia. Circa la legge di stabilita', Angeletti ribadisce che ''bisogna rivederne l'impianto'' e che e' necessario ''ridurre le tasse'' e ''tagliare la spesa pubblica dove assomiglia a sprechi se non proprio a violazioni del codice penale''.

sgr/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina