mercoledì 22 febbraio | 16:59
pubblicato il 04/nov/2013 16:35

Crisi: Angeletti, nessun motivo ottimismo. Cambiare impianto manovra

Crisi: Angeletti, nessun motivo ottimismo. Cambiare impianto manovra

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''A me sembra che la situazione sia molto seria e non ci siano seri motivi per essere ottimisti.

La ripresa puo' essere fondata sulla domanda estera, che sta diminuendo, o su qualle interna che si sta esaurendo perche' i redditi sono fermi. A meno di una stregoneria non si puo' dire ci siano segni di ripresa''. Lo afferma il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, rispondendo alle domande dei conduttori della trasmissioni di Rai radio 1 'Baobab' sull'ottimismo del governo circa la ripresa della crescita in Italia. Circa la legge di stabilita', Angeletti ribadisce che ''bisogna rivederne l'impianto'' e che e' necessario ''ridurre le tasse'' e ''tagliare la spesa pubblica dove assomiglia a sprechi se non proprio a violazioni del codice penale''.

sgr/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe