sabato 21 gennaio | 16:52
pubblicato il 18/gen/2013 11:43

Crisi: Angeletti, nei prossimi mesi a rischio 500 mila posti lavoro

(ASCA) - Roma, 18 gen - ''Attualmente abbiamo 500 mila persone con il posto di lavoro a rischio che, al momento, non sono disoccupati ma c'e' l'elevata possibilita' che lo diventino nei prossimi mesi''. Il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, rinnova l'allarme sulla disoccupazione in Italia e, presentando cinque proposte per far ripartire il paese, sottolinea che l'Italia ''malgrado tutte le affermazioni non e' ancora uscita dalla crisi''.

Per Angeletti, infatti, ''siamo l'unico paese in Europa che non ha migliorato la sua competitivita' e le prospettive che interessano le persone considerando che l'occupazione peggiorera' anche nei prossimi mesi''.

Il leader della Uil ricorda che in Italia ''l'occupazione e i redditi continuano a diminuire e se questo continuera' il risultato sara' scontato: ci sara' una continua riduzione del potere d'acquisto, quindi meno consumi, meno produzione e commercio e, quindi, un aumento della disoccupazione''.

glr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4