giovedì 23 febbraio | 08:28
pubblicato il 18/gen/2013 11:43

Crisi: Angeletti, nei prossimi mesi a rischio 500 mila posti lavoro

(ASCA) - Roma, 18 gen - ''Attualmente abbiamo 500 mila persone con il posto di lavoro a rischio che, al momento, non sono disoccupati ma c'e' l'elevata possibilita' che lo diventino nei prossimi mesi''. Il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, rinnova l'allarme sulla disoccupazione in Italia e, presentando cinque proposte per far ripartire il paese, sottolinea che l'Italia ''malgrado tutte le affermazioni non e' ancora uscita dalla crisi''.

Per Angeletti, infatti, ''siamo l'unico paese in Europa che non ha migliorato la sua competitivita' e le prospettive che interessano le persone considerando che l'occupazione peggiorera' anche nei prossimi mesi''.

Il leader della Uil ricorda che in Italia ''l'occupazione e i redditi continuano a diminuire e se questo continuera' il risultato sara' scontato: ci sara' una continua riduzione del potere d'acquisto, quindi meno consumi, meno produzione e commercio e, quindi, un aumento della disoccupazione''.

glr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech