domenica 04 dicembre | 20:11
pubblicato il 10/apr/2013 17:01

Crisi: Angeletti, fermare emorragia posti lavoro. Ridurre le tasse

(ASCA) - Roma, 10 apr - ''Bisogna fermare questa emorragia di posti di lavoro e fermare la distruzione di ricchezza. Il modo piu' veloce e' ridurre le tasse sul lavoro, la palla al piede che fa affondare le imprese e i lavoratori. La politica pensa a tutt'altre cose e questo aggrava la situazione. La classe politica sta dimostrando la totale irresponsabilita', discutono solo di schieramenti e presidente. Se si leggono i punti programmatici ci si rende conto della vacuita' degli stessi. Questa e' una questione politica. Risorse? Taglia i costi della politica, lotta all'evasione fiscale. Questo basterebbe per invertire la tendenza'' E' quanto spiegato in diretta a Tgcom24 dal segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, sullo stato dell'economia italiana. Proseguendo nel ragionamento Angeletti ha aggiunto: ''Il pareggio di bilancio e' un obiettivo a portata di mano ma lo stiamo pagando con centinaia di migliaia di disoccupati. Il Mezzogiorno sta sprofondando perche' quelle poche imprese che funzionano stanno sparendo. Nel Centro Nord invece stiamo distruggendo l'impresa. Stiamo pensando a un'iniziativa innovativa in accordo con le imprese. Pensiamo simbolicamente di fermare il Paese, bloccare tutto. Dobbiamo convincere tutti a partecipare questo atto simbolico''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari