lunedì 23 gennaio | 09:34
pubblicato il 15/nov/2011 11:24

Crisi/ Ancora allarme Btp, tassi sfiorano 7%,su spread giù Borse

Milano arriva a calare di quasi il 3%, poi si modera al -1,73%

Crisi/ Ancora allarme Btp, tassi sfiorano 7%,su spread giù Borse

Roma, 15 nov. (askanews) - E' di nuovo alta tensione sui mercati europei, con le pressioni che continuano ad accumularsi sui titoli di Stato dell'Italia, spedendone nuovamente i rendimenti a livelli da allarme rosso, che ora si accompagnano da quello che può apparire come un temuto effetto contagio anche sulle emissioni di Spagna e Francia (partendo da livelli di rendimento ben più contenuti nel caso francese). Negli scambi mattutini i tassi retributivi dei Btp a 10 anni di scadenza sono arrivati a toccare il 6,93 per cento, a un soffio da quel 7 per cento guardato con massima allerta in quanto fu una volta superato questo livello che Grecia, Irlanda e Portogallo tirarono avanti per un po' e poi si rassegnarono a chiedere aiuti. Il differenziale (spread) di rendimento dei Btp rispetto ai Bund è risalito oltre la soglia allarmistica dei 500 punti base, o 5 punti percentuali, con un picco a 518 punti. Sembra così svanire l'iniziale effetto positivo che ieri mattina sui mercati aveva accolto con calmieramenti la designazione di Mario Monti a nuovo premier, salvo invertirsi già nel pomeriggio. E a Milano i ribassi partiti già ieri a metà seduta oggi proseguono e anzi si aggravano, toccando i 3 punti percentuali in mattinata per poi moderarsi ad un meno 1,73 per cento del Ftse-Mib a tarda mattina. Intanto Londra si attesta al meno 0,77 per cento, Parigi al meno 1,33 per cento, Francoforte al meno 1,61 per cento. L'euro si indebolisce finendo sotto 1,36 dollari, a 1,3565 a metà mattina. Il tutto in una seduta in cui i dati sul Pil sembrano offrire una cupa prospettiva dei rischi che sta correndo l'area valutaria: Francia e Germania sono infatti riuscite a mettere a segno rimbalzi, rispettivamente dello 0,4 per cento e dello 0,5 per cento dai tre mesi precedenti, lasciandosi alle spalle la maggior parte degli altri Stati, in particolare quelli della periferia che restano sotto tensione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4