venerdì 20 gennaio | 01:29
pubblicato il 02/lug/2013 16:08

Crisi: Altroconsumo, futuro italiani a rischio resta incertezza

(ASCA) - Roma, 2 lug - Futuro a rischio, per gli italiani resta scenario di incertezza. Per l'ottavo trimestre di fila i risparmiatori italiani si mostrano pessimisti sul loro futuro. L'indice Altroconsumo Finanza che misura la fiducia dei risparmiatori italiani a giugno e' calato a quota 82,5 (era 85,1 a marzo), uno dei dati piu' bassi di sempre, su una scala che va da 0 (depressione piu' nera) a 200 (euforia sfrenata) e in cui i valori sotto 100 indicano pessimismo.

Per contro i sotto-indici che indicano la voglia di investire in titoli o immobili, in obbligazioni o azioni, seppure di poco sono tutti sopra quota 100, in area di lieve ottimismo.

Anche tra gli intervistati si assiste, quindi, al paradosso che vediamo nell'economia: a fronte di una situazione reddituale difficile o declinante che spinge al pessimismo, resiste in qualche maniera la voglia di investire, ''drogata'' dai risultati messi a segno dalle Borse grazie alla liquidita' facile riversata dalle banche centrali. In undici anni di rilevazioni la fiducia dei risparmiatori e' stata messa a dura prova finendo in area di estremo pessimismo in due casi: la crisi subprime/ Lehman e la crisi dei Piigs. Ma c'e' differenza tra i due casi: ai tempi subprime/ Lehman ci fu un aumento dei pessimisti a scapito sia degli ottimisti sia degli incerti. Con la crisi dei Piigs: i pessimisti sono saliti, ma gli incerti sono rimasti grosso modo stabili: a calare a meno del 30% degli intervistati sono stati solo gli ottimisti. Se si confrontano i dati italiani con quelli di rilevazioni che abbiamo condotto in altri Paesi Piigs (Spagna e Portogallo) emerge che la fiducia e' diminuita ovunque. Il calo e' stato piu' marcato in Spagna che da noi, fatto reso ancora piu' evidente dal fatto che la situazione economica spagnola prima del 2007 e' stata migliore rispetto alla nostra (quindi era maggiore l'ottimismo). In Portogallo la fiducia e' stata sempre piu' bassa, ma il dato e' coerente col fatto che questo Paese ha sempre vissuto una situazione economica piu' fragile. In questo contesto, gli italiani (e i portoghesi) sembrano molto piu' avvezzi degli spagnoli a vivere il declino e a sopportarlo. L'indagine sull'indice e' condotta ogni tre mesi su 300 utenti di Altroconsumo Finanza a cui sono poste cinque domande: una sulle prospettive reddituali da qui a un anno, quattro sulle intenzioni di investire.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale