sabato 10 dicembre | 19:20
pubblicato il 03/dic/2013 10:16

Crisi: Rehn, Italia non rispetta impegni riduzione debito (Repubblica)

(ASCA) - Roma, 3 dic - Tirata d'orecchie all'Italia da parte di Olli Rehn, Commissario europeo agli affari economici e monetari.

In una intervista al quotidiano La Repubblica, Rehn sottolinea come, nonostante un rapporto deficit/pil in linea con i parametri del Patto europeo di Stabilita' e Crescita, il Belpaese abbia difficolta' nel rientrare dall'enorme debito pubblico.

''L'Italia deve rispettare un certo ritmo di riduzione del debito, e non lo sta rispettando. Per farlo, l'aggiustamento strutturale avrebbe dovuto essere pari a mezzo punto di Pil, e invece e' solo dello 0,1%'', spiega il Commissario, ricordando che, proprio per questo motivo,''l'Italia non ha margini di manovra e non potra' invocare la clausola di flessibilita' per gli investimenti''.

La prossima verifica sullo stato dell'arte del Belpaese sara' il prossimo febbraio, ''se il governo ci fornira' risultati concreti'', sul fronte delle privatizzazioni e tagli di spesa per il 2014, ''ne terremo conto per calcolare i possibili effetti sui margini di manovra a disposizione del Paese'', spiega Rehn.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina