martedì 21 febbraio | 02:26
pubblicato il 24/ott/2013 19:30

Credito: Sangalli, serve cambio rotta da banche a minibond e crowfunding

Credito: Sangalli, serve cambio rotta da banche a minibond e crowfunding

(ASCA) - Udine, 24 ott - ''Oggi in Italia le banche sono il principale canale di finanziamento ma e' necessario un cambio di rotta verso forme alternative di credito. Un esempio sono i mini bond, le obbligazioni pensate per le piccole imprese non quotate. Oppure il crowfunding che permette a risparmiatori di comprare piccole quote azionarie delle imprese. Sono forme di finanziamento che si stima possano generare un mercato intorno ai 50 miliardi di euro di credito per il sistema imprenditoriale''. Cosi' il presidente della Camera di Commercio di Milano, Carlo Sangalli, oggi in Friuli.

''Proprio sui mini bond - ha aggiunto -, nelle prossime settimane, il governo ha intenzione di presentare alcuni aggiornamenti alla normativa per allargare l'utilizzo di questo strumento alle imprese di piu' piccole dimensioni.

E' una decisione attesa da tempo che condividiamo perche' potrebbe ridare fiato alla parte piu' numerosa delle nostre imprese colpita dalla stretta creditizia. Il sistema delle Camere di commercio, attraverso il Consorzio Camerale per il credito e la finanza, ha le potenzialita' per incentivare e promuovere i mini bond, creando fondi di garanzia e di investimento dedicati a questi nuovi strumenti finanziari''.

D'accordo con Sangalli, anche il presidente dell'ente camerale udinese e presidente dell'Unioncamere Fvg Giovanni Da Pozzo, che ha evidenziato come ''la Camera di commercio di Udine sia impegnata da tempo - tramite workshop, convegni e anche con numerosi appuntamenti all'interno di una rassegna sul futuro, in corso in Friuli fino a fine novembre, il ''Future Forum / Essere nuovi - Be new'' - nel sensibilizzare il sistema imprenditoriale verso questi strumenti alternativi, che li aiutino a finanziare la propria azione e la propria creativita', in un tempo che richiede innovazione costante e su ogni aspetto della vita aziendale.

Su essi e su tutte le nuove idee valide per garantire credito all'iniziativa d'impresa, e' necessario un impegno sempre piu' forte del sistema Paese per stimolare un cambio culturale''. fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia