venerdì 09 dicembre | 11:23
pubblicato il 12/set/2013 19:01

Credito: Profumo, discriminare tra aziende che ce la fanno e no

Credito: Profumo, discriminare tra aziende che ce la fanno e no

(ASCA) - San Gusme' (Siena), 12 set - Nell'erogazione del credito, ''dobbiamo discriminare molto meglio tra le aziende che ce la possono fare, anche se hanno problemi finanziari, e aziende che non ce la possono fare. In un caso dobbiamo sostenerle, nell'altro dobbiamo accelerarne l'uscita dal mercato''. Lo ha detto Alessandro Profumo, presidente di Mps, nel corso di un dibattito sulla Green economy a San Gusme', nel comune di Castelnuovo Berardenga.

Profumo si e' detto convinto che ''le banche hanno un ruolo importante nella gestione del futuro dei nostri clienti. Pero' abbiamo fatto molti danni dicendo di si' quando invece avremmo dovuto dire di no. Non sempre noi banche abbiamo questa capacita' di capire e in questo puo' aiutare il mondo pubblico. Del resto bisogna ricordare che quando investiamo in un'impresa che non ci restituisce i soldi li sottraiamo ai nostri clienti. Facciamo un mestiere molto antipatico'', ha concluso.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina