sabato 25 febbraio | 22:28
pubblicato il 23/set/2014 15:06

Credit Suisse: nel 2013 donne in cda al 12,3%, Italia sopra media

Solo 4% ad sono donne, in Italia il 5% (ASCA) - Milano, 23 set 2014 - La differenza di genere all'interno dei cda e' aumentata quasi in ogni paese e in ogni settore, passando dal 9,6% del 2010 al 12,7% del 2013. In particolare, in Italia, dal 5,5% di presenza femminile nel 2010 si e' passati al 17,5% a fine del 2013. E' quanto viene evidenziato nel report di Credit Suisse "The CS Gender 3000, Women in senior Managment", database che include oltre 3mila societa' appartenenti a 40 paesi e a tutti i principali settori.

La partecipazione femminile nel top management (amministratore delegato o alte cariche che riportano direttamente all'ad) si e' arrestata al 12,9% alla fine del 2013. L'Italia si e' posizionata sopra la media, al 13,9% a fine 2013. Appena il 4% degli ad all'interno del CSG 3000 sono donne: anche qui l'Italia e' sopra la media, al 5%.

In generale, le performance positive dei titoli azionari sono state durature: fin dall'inizio del 2012 si e' registrato un +5% di outperformance su base settoriale da parte di quelle societa' che avevano almeno una donna in cda. Un'analisi della tendenza sul lungo periodo mostra un incremento nei ricavi annui addizionali del 3,7% dal 2005.

Red-Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech