mercoledì 18 gennaio | 11:52
pubblicato il 11/dic/2013 12:00

Corte Conti: segnali inquietanti di deflazione

Allarme Squitieri: si rischia l'appesantimento del debito

Corte Conti: segnali inquietanti di deflazione

Roma, 11 dic. (askanews) - I segni di ripresa dell'economia italiana sono accompagnati da "segnali inquietanti di deflazione" che rischiano di appesantire il debito. A lanciare l'allarme è il presidente della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, nel suo discorso d'insediamento". "Oggi, insieme ai primi timidi segni di ripresa della domanda aggregata, si scorgono, peraltro, anche negli indici dei prezzi, segnali inquietanti di deflazione, i quali preoccupano - ha avvertito Squitieri - non solo per l'immediato portato recessivo, ma anche per l'effetto di appesantimento del debito, di tutti i debiti, centrali, locali, privati"

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa