martedì 06 dicembre | 19:51
pubblicato il 25/giu/2015 17:12

Corte conti: inevitabile meno welfare, cittadini paghino servizi

Il presidente Squitieri: con tariffe eque e progressive

Corte conti: inevitabile meno welfare, cittadini paghino servizi

Roma (askanews) - Per risanare i conti pubblici è inevitabile ridurre il welfare, facendo pagare ai cittadini i costi di alcuni servizi con tariffe progressive. Lo ha affermato il presidente della Corte dei conti Raffaele Squitieri al termine dell'udienza per il giudizio sul rendiconto dello Stato. "Aumentando - ha detto Squitieri - la componente principale della spesa, che è quella delle pensioni, e se passiamo dal concetto che le entrate tributarie sono troppo elevate e andrebbero ridotte, l'unico modo per cercare di ripianare i conti è ridurre il welfare: ridurre le prestazioni dei servizi o comunque di farli pagare, tariffandoli in maniera equa e progressiva".

Gli articoli più letti
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Borsa
Seduta sprint per Piazza Affari (+4,15%), maxi-rimbalzo banche
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni