martedì 17 gennaio | 18:57
pubblicato il 25/giu/2015 17:12

Corte conti: inevitabile meno welfare, cittadini paghino servizi

Il presidente Squitieri: con tariffe eque e progressive

Corte conti: inevitabile meno welfare, cittadini paghino servizi

Roma (askanews) - Per risanare i conti pubblici è inevitabile ridurre il welfare, facendo pagare ai cittadini i costi di alcuni servizi con tariffe progressive. Lo ha affermato il presidente della Corte dei conti Raffaele Squitieri al termine dell'udienza per il giudizio sul rendiconto dello Stato. "Aumentando - ha detto Squitieri - la componente principale della spesa, che è quella delle pensioni, e se passiamo dal concetto che le entrate tributarie sono troppo elevate e andrebbero ridotte, l'unico modo per cercare di ripianare i conti è ridurre il welfare: ridurre le prestazioni dei servizi o comunque di farli pagare, tariffandoli in maniera equa e progressiva".

Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa