lunedì 27 febbraio | 04:06
pubblicato il 25/giu/2015 17:12

Corte conti: inevitabile meno welfare, cittadini paghino servizi

Il presidente Squitieri: con tariffe eque e progressive

Corte conti: inevitabile meno welfare, cittadini paghino servizi

Roma (askanews) - Per risanare i conti pubblici è inevitabile ridurre il welfare, facendo pagare ai cittadini i costi di alcuni servizi con tariffe progressive. Lo ha affermato il presidente della Corte dei conti Raffaele Squitieri al termine dell'udienza per il giudizio sul rendiconto dello Stato. "Aumentando - ha detto Squitieri - la componente principale della spesa, che è quella delle pensioni, e se passiamo dal concetto che le entrate tributarie sono troppo elevate e andrebbero ridotte, l'unico modo per cercare di ripianare i conti è ridurre il welfare: ridurre le prestazioni dei servizi o comunque di farli pagare, tariffandoli in maniera equa e progressiva".

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech