giovedì 08 dicembre | 13:27
pubblicato il 25/nov/2015 19:11

Corsa all'acquisto dei Ctz anche con tassi sempre più negativi

Boom della domanda; da inizio anno spesa interessi -2,4 mld

Corsa all'acquisto dei Ctz anche con tassi sempre più negativi

Roma, 25 nov. (askanews) - E' corsa all'acquisto dei titoli di Stato. All'asta odierna di Ctz a due anni investitori in fila per acquistare il titolo nonostante un tasso di interesse sempre più negativo. Il Tesoro ha piazzato un importo di 1,5 miliardi di euro a fronte di una richiesta che ha sfiorato gli 8 miliardi. Da inizio anno solo in due collocamenti la domanda aveva raggiunto il doppio dell'ammontare offerto.

Diverse le ragioni che spiegano la corsa degli investitori ad acquistare titoli con rendimenti sempre più negativi. Per il Ctz il rendimento è sceso a -0,095%. Da un lato l'effetto della Bce. La Banca Centrale europea ha annunciato che già alla prossima riunione, in calendario la prossima settimana, potrebbe essere potenziato il bazooka del quantitative easing oltre alla possibilità di un nuovo taglio del tasso sui depositi che oggi è a -0,20%. Misure per scoraggiare le banche a parcheggiare la liquidità presso la Bce. Ma il rafforzamento degli acquisti di titoli di Stato preannunciano un aumento dei prezzi dei bond governativi, quindi più appetibili in sede di collocamento. Inoltre siamo verso la chiusura dell'anno e gli investitori si concentrano su operazione di windows dressing per sistemare i bilanci.

E' ancora l'effetto Bce tuttavia il principale propellente alla discesa dei tassi di interesse sui titoli di Stato. Da inizio anno il tesoro registra una flessione della spesa per interessi sui titoli emessi di circa 2,4 miliardi di euro rispetto allo scorso anno. Rispetto alle stime del governo si tratta di un tesoretto di circa 1,5 miliardi di euro e se i tassi di interesse resteranno ai livelli attuali, come ha calcolato la Corte dei conti, per l'anno prossimo i risparmi aggiutivi per le casse dello Stato saranno di 6,7 miliardi di euro.

Dopo la gobba nei rendimenti provocata dalla crisi della Grecia risolta a fine giugno, i tassi di interesse hanno ripreso a scendere con decisione. Il rendimento medio lordo sui Bot è negativo da ben cinque mesi. Il tasso di interesse medio lordo sui titoli di Stato a ottobre è sceso ad appena l'1,102%, il livello più basso da maggio quando era sceso allo 0,900%. A titolo di confronto, l'anno scorso il Tesoro si è finanziato a un costo medio dell'1,35%, il minimo storico. Ma quest'anno il record verrà superato.

Solo per i Bot in circolazione con scadenza 6 e 12 mesi oltre 103 miliardi di euro di titoli sono stati assegnati in asta con rendimenti negativi su un totale intorno ai 150 miliardi. Sommando anche i Ctz, quasi un quinto dell'ammontare dei titoli di Stato in circolazione non comporta costi per le casse dello Stato.

La contrazione della spesa per interessi sulle nuove emissioni è ancor più significativa considerando che la strategia del ministero quest'anno si è orientata ad allungare la vita media del debito. Gli importi sulle emissioni a breve sono stati ridotti mentre sono aumentati quelli sui bond con scadenze lunghe. Ad esempio l'importo sul Btp a 30 anni è praticamente raddoppiato rispetto all'anno scorso. In crescita anche l'ammontare del Btp a 15 anni con un tasso di interesse all'ultima asta del 2,14% mentre un anno e mezzo fa il Tesoro collocava quella scadenza a tassi superiori al 4%.

Nell'ambito dei risparmi anche l'impiego delle risorse nel fondo di ammortamento del debito pubblico. All'inizio di novembre il Tesoro ha acquistato quasi 3,95 miliardi di euro del Btp a 5 anni con scadenza novembre 2015, il titolo aveva una cedola del 3%. Non procedere al rinnovo del titolo ha consentito di portare a riduzione del debito pubblico la somma spesa dal Fondo di ammortamento oltre a risparmiare, considerando le cedole correnti sui nuovi Btp quinquennali, circa 130 milioni di interessi su cinque anni, relativi alla tranche di Btp alienata.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni