mercoledì 18 gennaio | 09:41
pubblicato il 19/set/2013 19:11

Corruzione: Corte Conti, aumenta la poverta' e frena la crescita

(ASCA) - Roma, 19 set - ''In una congiuntura economica negativa come l'attuale, i fenomeni diffusi di corruzione, al di la' della gravissima compromissione dei valori etici, comportano anche pesanti conseguenze economiche. La corruzione, infatti, non solo riduce la qualita' dei servizi, incide sulle entrate fiscali, aumenta l'ingiustizia sociale e la poverta', ma anche la sua semplice percezione basta a costituire un ostacolo alla crescita, in quanto scoraggia gli investimenti''. Lo ha detto il presidente della Corte dei Conti facente funzioni, Raffaele Squitieri, intervendo a Varenna al 59* Convegno di studi amministrativi sul tema ''Politica e amministrazione della spesa pubblica: controlli, trasparenza e lotta alla corruzione''. ''La lotta alla corruzione e alla cattiva gestione, pertanto, - ha proseguito Squitieri - costituiscono per il nostro Paese obiettivi primari ed irrinunciabili. Le ragioni dell'erario, sospinto dalla necessita' di recuperi di efficienza da un lato e dalla necessita' di arginare le aree di spreco di risorse dall'altro, postulano, in questo contesto di perdurante crisi, anche un riordino, vasto e radicale, delle istituzioni pubbliche, degli apparati e delle procedure, quale presupposto essenziale per privare del terreno di coltura l'illegalita' e per restituire alla societa' maggiore fiducia nel funzionamento dell'ordinamento democratico''.

Inoltre, per il Presidente della Corte dei Conti f.f., in questo periodo di crisi economica e sociale ''forte e' l'esigenza di un radicale ripensamento delle politiche pubbliche: dalla revisione della spesa pubblica all'eliminazione degli sprechi, dal potenziamento dei controlli alla semplificazione di norme e procedure, alla prevenzione e alla lotta alla corruzione. Un ruolo rilevante nella lotta alla mala gestione puo' continuare ad essere assicurato - con le nuove funzioni recentemente attribuitele dal legislatore - proprio dalla Corte dei conti, che nei suoi 150 anni di vita si e' sempre rigorosamente ed efficacemente mossa quale organo al servizio dello Stato-comunita', come magistratura neutrale ed indipendente, e quindi garante imparziale, con tutte le sue articolazioni, della correttezza delle gestioni pubbliche''.

red/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa