giovedì 19 gennaio | 10:27
pubblicato il 20/giu/2011 13:30

Conti pubblici/ Marcegaglia: Senza manovra saremmo nei guai

Fondamentale attenzione a questo tema

Conti pubblici/ Marcegaglia: Senza manovra saremmo nei guai

Torino, 20 giu. (askanews) - Senza la manovra da 35-40 miliardi l'Italia rischierebbe di trovarsi nei guai in un momento difficile, con le persistenti tensioni sui mercati legate alle incertezze sul salvataggio della Grecia. Lo ha sottolineato oggi il presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia, nel suo intervento all'assemblea dell'Unione Industriale di Torino. "Se non varassimo nei prossimi giorni la manovra finanziaria da 40 mld noi saremmo nei guai. Questo può essere fatto insieme a iniziative per favorire la crescita". Marcegaglia ha sottolineato che "dobbiamo riportare in pareggio il nostro bilancio", che lo stock del debito "è enorme" e che quindi "il tema dell'attenzione ai conti pubblici è fondamentale". "Questa cosa - ha concluso - va fatta assolutamente perché il rischio in un momento di tensione sui mercati finanziari è che possiamo finire nei guai anche noi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina