domenica 26 febbraio | 18:35
pubblicato il 01/mar/2013 12:19

Conti pubblici: Istat, nel 2012 debito record al 127% del Pil

Conti pubblici: Istat, nel 2012 debito record al 127% del Pil

(ASCA) - Roma, 1 mar - Nuovo record del debito pubblico che nel 2012 e' salito al 127,0% del prodotto interno lordo rispetto al 120,8% registrato a fine 2011. In valore assoluto si tratta di 1.988,6 miliardi di euro. E' quanto emerge dal Rapporto ''Pil e indebitamento delle amministrazione pubbliche''.

In miglioramento, invece, il rapporto deficit/pil sceso al 1,0% rispetto al 2,8% del 2011. In valore assoluto l'indebitamento netto e' diminuito di circa 12.400 milioni di euro, scendendo a -47.446 milioni di euro.

In recupero anche il saldo primario (indebitamento netto, al netto della spesa per interessi) che si e' attestato al 2,5% del Pil rispetto all1,2% del Pil del 2011.

Il saldo di parte corrente (risparmio o disavanzo delle Amministrazioni pubbliche) e' stato pari a -6.019 milioni di euro, a fronte dei -23.018 milioni del 2011. Il miglioramento, spiega l'Istat, e' da imputare a un aumento delle entrate correnti di oltre 22 miliardi di euro, nettamente superiore a quello delle uscite correnti (circa 5,3 miliardi di euro). fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech