giovedì 23 febbraio | 06:15
pubblicato il 29/set/2011 10:05

Conti pubblici/ Istat: In II trimestre peggiora deficit-Pil, 3,2%

Nei primi sei mesi migliora di 0,1 punti percentuali, pari a 5,3%

Conti pubblici/ Istat: In II trimestre peggiora deficit-Pil, 3,2%

Roma, 29 set. (askanews) - Nel secondo trimestre 2011 l'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al 3,2%, contro il 2,5% dello stesso trimestre del 2010 (in peggioramento di 0,7 punti percentuali). Lo comunica l'Istat. Nei primi sei mesi dell'anno, si è registrato un rapporto tra indebitamento netto e Pil pari al 5,3%, in miglioramento di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato positivo e pari a 8.236 milioni di euro (+9.025 milioni di euro nello stesso trimestre del 2010). Nei primi sei mesi del 2011 si è registrato un saldo primario negativo e pari allo 0,6% del Pil, con un miglioramento di 0,4 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2010.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech