domenica 26 febbraio | 16:19
pubblicato il 22/apr/2013 13:30

Conti pubblici: Istat conferma, nel 2012 indebitamento al 3% del Pil

(ASCA) - Roma, 22 apr - Nel 2012 l'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-47.633 milioni di euro) e' stato pari al 3% del Pil, in diminuzione rispetto al 3,8% del 2011 (-60.016 milioni di euro). Lo conferma l'Istat nella Notifica sull'indebitamento netto e sul debito delle Amministrazioni Pubbliche (AP), riferite al periodo 2009-2011, trasmesse il 29 Marzo alla Commissione Europea in applicazione del Protocollo sulla Procedura per i Deficit Eccessivi (PDE) annesso al Trattato di Maastricht.

Il saldo primario (indebitamento netto al netto della spesa per interessi) - precisa l'Istat - e' risultato positivo e pari al 2,5%, in miglioramento di 1,3 punti percentuali rispetto al 2011. La spesa per interessi nella versione PDE, che considera l'impatto delle operazioni di swap, e' stata pari al 5,5% del Pil, in aumento di 0,5 punti percentuali rispetto al 2011. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech