martedì 21 febbraio | 13:48
pubblicato il 09/ott/2013 17:34

Conti pubblici: Fmi, ok surplus primario, ma debito crescera' oltre 133%

(ASCA) - Roma, 9 ott - Sul saldo primario del bilancio pubblico, cioe' al netto della spesa per interessi, l'Italia registrera' quest'anno un surplus pari al 2% del Pil, per poi salire al 3,1% il prossimo e al 3,5% nel 2015. Si tratta della migliore performance tra i paesi dell'Eurozona, mentre tra le economie avanzate fanno meglio solo Norvegia, Singapore e Hong Kong. Comunque la crescita del debito non si fermera' a causa ''della debolezza dell'economia, della liquidazione dei pagamenti arretrati della Pubblica amministrazione e dei contributi da versare al Meccanismo europeo di stabilita' (il cosiddetto fondo europeo salva stati, Ndr)''. E' quanto scrive il Fondo monetario internazionale nel Fiscal Monitor.

Il rapporto debito/pil, che era al 127% nel 2012, e' previsto al 132,3% nel 2013 e al 133,1% nel 2014.

Rispetto alle stime formulate dal Fondo nello scorso aprile si registra un peggioramento di 1,6 punti per quest'anno e di 2,3 punti per il prossimo. men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia