domenica 26 febbraio | 13:59
pubblicato il 21/mar/2011 16:30

Conti pubblici/ Draghi: No ad aumento tasse, si vessano onesti

Serve invece un controllo selettivo della spesa

Conti pubblici/ Draghi: No ad aumento tasse, si vessano onesti

Milano, 21 mar. (askanews) - Per far decollare l'economia italiana e ridurre al tempo stesso l'incidenza del debito pubblico sul Pil non bisogna aumentare le tasse ma mettere a punto un controllo selettivo della spesa pubblica. Lo ha affermato il Governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, nel corso del suo intervento all'Università Cattolica, nell'ambito dell'iniziativa 'Colloqui sull'Europa'. "Aumentare le aliquote fiscali è fuori discussione: comprometterebbe l'obiettivo della crescita, sottoporrebbe i contribuenti onesti a una insopportabile vessazione - ha detto Draghi - le aliquote andrebbero piuttosto diminuite, man mano che si recuperino evasione ed elusione". "Non resta che il controllo della spesa, ma un controllo selettivo, orientato innanzitutto dalla distinzione fra ciò che favorisce la crescita e ciò che la ostacola - ha proseguito - scelte politiche sagge non possono che poggiare su una valutazione capillare degli effetti anche macroeconomici di ogni voce di spesa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech