domenica 26 febbraio | 07:19
pubblicato il 04/nov/2013 09:04

Conti pubblici: Cannata, interessi passivi su debito 2013 a 84 mld

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''La somma di 95 miliardi non e' corretta, quest'anno avremo 84 miliardi circa. Sulle dinamiche degli interessi da qui al 2015 non e' facilissimo fare previsioni perche' da un lato e' logico attendersi un'ulteriore limatura dello spread, ma e' anche vero che se l'economia riparte, i tassi generalmente tenderanno a crescere. Quindi non credo che ci si possa aspettare che i tassi nel medio periodo possano scendere''.

Lo afferma il direttore generale debito pubblico del Ministero dell'Economia, Maria Cannata, ai microfoni di 'L'Economia Prima di Tutto' su Rai Radio1 parlando dell'ammontare degli interessi passivi sul debito pubblico nel 2013.

In merito ai risultati raggiunti nell'emissione dei Btp Italia, Cannata spiega che ''la terza e quarta emissione sono state impressionanti per la risposta che hanno avuto, la terza dell'ottobre 2012 ha rappresentato addirittura il record assoluto di emissioni europee di sempre. La quarta, ad aprile di quest'anno e' stata ancora piu' sorprendente in un certo senso perche' sono stati raccolti oltre 17 miliardi in soli due giorni quando queste sono operazioni che di norma durano 4 giorni''.

red-drc/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech