martedì 06 dicembre | 01:55
pubblicato il 13/giu/2014 13:36

Conti pubblici: Adusbef, per ogni italiano 35.830 euro di debito

Conti pubblici: Adusbef, per ogni italiano 35.830 euro di debito

(ASCA) - Roma, 13 giu 2014 - Gli italiani hanno 35.830 euro di debito ciascuno. E' la sintesi cui perviene l'associazione dei consuamtori Adusbef, che ha calcolato il debito di ogni cittadino alla luce degli ultimi dati diffusi oggi da Bankitalia, sottolineando che ''Il governo Renzi, partito a fine febbraio con un debito di 2.107,1 miliardi di euro, termina il secondo mese di governo con il debito salito a 2.146,400 miliardi, con un aumento di 39,243 miliardi, al ritmo di 19,6 miliardi al mese ed un maggior carico per i cittadini di 6.584 euro di tassa occulta''. Tutto questo - afferma una nota - oltre ai costi di di Tari, Tasi, addizionali Irpef, accise, bolli passaporti, che graveranno sui giovani senza futuro, portando il peso sulle spalle di ogni italiano a 35.830 euro a fine aprile.

L'associazione guidata da Elio Lannutti mette anche in rilievo che il governo Monti,'' in carica da meta' novembre 2011, conclude il suo mandato a fine aprile 2013. La sua azione ha generato un aumento di 128,904 miliardi in 17 mesi, da fine novembre 2011 ( 1.912,389 miliardi) ad aprile di quest'anno (2.041,293 miliardi, ultimo dato fornito da Bankitalia sull'ammontare del debito pubblico), pari a circa 7,5 miliardi di aumento medio mensile, il peggior risultato rispetto a tutti i governi che l'hanno preceduto dal 1996'', dice l'Adusbef. Monti - si legge in un documento - ha prodotto per i cittadini italiani (59,6 milioni) un aumento del carico pro capite pari a +2.163 euro. Il debito a carico di ciascun cittadino italiano e' dunque pari con Monti a 34.250 euro. Per ridare fiato all'economia e speranze ai giovani disoccupati (arrivati al 46% della forza lavoro, al 61% al sud) - secondo l'associazione dei consumatori - ''occorre vendere oro e riserve di Bankitalia incassando oltre 100 miliardi di euro, investire in ricerca ed innovazione, disboscare la giungla di costose Autorita' che non tutelano - afferma l'Adusbef - i diritti dei consumatori, e infine e' necessario favorire la concorrenza''.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari