venerdì 20 gennaio | 09:51
pubblicato il 13/giu/2014 13:36

Conti pubblici: Adusbef, per ogni italiano 35.830 euro di debito

Conti pubblici: Adusbef, per ogni italiano 35.830 euro di debito

(ASCA) - Roma, 13 giu 2014 - Gli italiani hanno 35.830 euro di debito ciascuno. E' la sintesi cui perviene l'associazione dei consuamtori Adusbef, che ha calcolato il debito di ogni cittadino alla luce degli ultimi dati diffusi oggi da Bankitalia, sottolineando che ''Il governo Renzi, partito a fine febbraio con un debito di 2.107,1 miliardi di euro, termina il secondo mese di governo con il debito salito a 2.146,400 miliardi, con un aumento di 39,243 miliardi, al ritmo di 19,6 miliardi al mese ed un maggior carico per i cittadini di 6.584 euro di tassa occulta''. Tutto questo - afferma una nota - oltre ai costi di di Tari, Tasi, addizionali Irpef, accise, bolli passaporti, che graveranno sui giovani senza futuro, portando il peso sulle spalle di ogni italiano a 35.830 euro a fine aprile.

L'associazione guidata da Elio Lannutti mette anche in rilievo che il governo Monti,'' in carica da meta' novembre 2011, conclude il suo mandato a fine aprile 2013. La sua azione ha generato un aumento di 128,904 miliardi in 17 mesi, da fine novembre 2011 ( 1.912,389 miliardi) ad aprile di quest'anno (2.041,293 miliardi, ultimo dato fornito da Bankitalia sull'ammontare del debito pubblico), pari a circa 7,5 miliardi di aumento medio mensile, il peggior risultato rispetto a tutti i governi che l'hanno preceduto dal 1996'', dice l'Adusbef. Monti - si legge in un documento - ha prodotto per i cittadini italiani (59,6 milioni) un aumento del carico pro capite pari a +2.163 euro. Il debito a carico di ciascun cittadino italiano e' dunque pari con Monti a 34.250 euro. Per ridare fiato all'economia e speranze ai giovani disoccupati (arrivati al 46% della forza lavoro, al 61% al sud) - secondo l'associazione dei consumatori - ''occorre vendere oro e riserve di Bankitalia incassando oltre 100 miliardi di euro, investire in ricerca ed innovazione, disboscare la giungla di costose Autorita' che non tutelano - afferma l'Adusbef - i diritti dei consumatori, e infine e' necessario favorire la concorrenza''.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale