venerdì 20 gennaio | 03:13
pubblicato il 14/apr/2014 13:59

Conti pubblici: Adusbef, per calo debito vendere riserve Bankitalia

(ASCA) - Roma, 14 apr 2014 - Il governo deve mettere a punto misure per la riduzione del debito pubblico e la vendita di oro e riserve Bankitalia. Lo dice un comunicato delle associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori. ''Il governo Letta, partito a fine aprile 2013 con un debito di 2.041,293 miliardi di euro, conclude il suo governo, a fine febbraio 2014, con un debito pubblico salito a 2.107.157, con un aumento in 10 mesi di oltre 65 miliardi, e un maggior carico pro capite per i cittadini di 1.105 euro imputabile alla sua politica'', si legge. ''Il debito a carico di ciascun cittadino italiano a fine ottobre e' pari a 35.354 euro. Per valutare la tendenza di ogni governo all'aumento del debito pubblico, Adusbef prende in considerazione il livello del debito alla data delle dimissioni e lo ha sottratto al livello di debito alla data del suo insediamento. Ha quindi diviso questa differenza per la durata del governo espressa in mesi. Il governo Monti, in carica da meta' novembre 2011, conclude il suo mandato a fine aprile 2013. La sua azione ha generato un aumento di 128,904 miliardi in 17 mesi, da fine novembre 2011 ( 1.912,389 miliardi) ad aprile (2.041,293 miliardi), pari a circa 7,5 miliardi di aumento medio mensile, il peggior risultato rispetto a tutti i governi che l'hanno preceduto dal 1996. L'incremento del debito per 128,904 miliardi di euro generato dal governo Monti ha prodotto per i cittadini italiani (59,6 milioni) un aumento del carico pro capite pari a +2.163 euro. Il debito a carico di ciascun cittadino italiano pari a 34.250 euro.

L'ultimo governo Berlusconi, durato in carica 42 mesi dal maggio 2008 all'ottobre 2011, ha generato un aumento del debito di 261,665 miliardi (da 1.654,737 a 1916,402 miliardi), pari a 6,230 miliardi aumento medio mensile.

L'incremento del debito per oltre 261 miliardi di euro generato dal governo Berlusconi ha prodotto per i cittadini italiani un aumento del carico pro capite pari a + 4.390 euro. Con Berlusconi, il debito pro capite a fine mandato era pari a 32.154 euro'', prosegue il comunicato congiunto..

Adusbef e Federconsumatori ''aspettano alla prova il Governo Renzi, obbligato dai Trattati Ue e dal Fiscal Compact a praticare robuste politiche di riduzione del debito, con l'auspicio che possa mettere all'ordine del giorno la vendita di oro e riserve di Bankitalia, analogamente a cio' che hanno gia' attuato tutti gli altri paesi dell'area euro''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale