venerdì 02 dicembre | 21:42
pubblicato il 14/mar/2014 12:54

Conti pubblici: Adusbef, debito per ciascun cittadino 35.058 euro

Conti pubblici: Adusbef, debito per ciascun cittadino 35.058 euro

(ASCA) - Roma, 14 mar 2014 - E' di 35.058 euro il debito a carico di ciscaun cittadino italiano. Lo sottolinea un comunicato di Federconsumatori e l'Adusbef, di Elio Lannutti, mentre le due associaizoni auspicano inoltre un' inversione di tendenza da parte del governo Renzi. ''L'ultimo governo Berlusconi, durato in carica 42 mesi dal maggio 2008 all'ottobre 2011, ha generato - spiega Lannutti - un aumento del debito di 261,665 miliardi (da 1.654,737 a 1916,402 miliardi), pari a 6,230 miliardi aumento medio mensile.

L'incremento del debito per oltre 261 miliardi di euro generato dal governo Berlusconi ha prodotto per i cittadini italiani un aumento del carico pro capite pari a + 4.390 euro.

Con Berlusconi, il debito pro capite a fine mandato era pari a 32.154 euro''.

Poi, con il governo Monti, in carica da meta' novembre 2011 che conclude il suo mandato a fine aprile 2013, si e' generato ''un aumento di 128,904 miliardi in 17 mesi, da fine novembre 2011 ( 1.912,389 miliardi) ad aprile (2.041,293 pari a circa 7,5 miliardi di aumento medio mensile: il peggior risultato - continua Lannutti - rispetto a tutti i governi che l'hanno preceduto dal 1996. Il calcolo preciso imputabile a Mario Monti e' di difficile esecuzione perche' non si ha il valore del debito a meta' novembre 2011.

L'incremento del debito per 128,904 miliardi di euro generato dal governo Monti ha prodotto per i cittadini italiani (59,6 milioni) un aumento del carico pro capite pari a +2.163 euro.

Il debito a carico di ciascun cittadino italiano e' di conseguenza pari a 34.250 euro. Ma non e' ancora finita.

Il governo Letta, partito a fine aprile 2013 con un debito di 2.041,293 miliardi di euro, vede salire, a fine gennaio 2014, l'importo a 2.089,462, con un aumento in 9 mesi di oltre 48 miliardi, e un maggior carico pro capite per i cittadini di 808 euro. Pertanto il debito a carico di ciascun cittadino italiano a fine ottobre e' pari a 35.058 euro.

Adusbef e Federconsumatori, tra i tanti ''miracoli' promessi dal presidente Renzi, auspicano che il suo Governo possa invertire la tendenza, iniziando a chiedere conto sulle famose riserve auree Bankitalia, che potrebbe portare ad una riduzione del debito pubblico, un fardello che grava come macigno sul futuro precario ed incerto dei giovani''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari