mercoledì 22 febbraio | 15:38
pubblicato il 31/ago/2012 14:34

Consumi/ Unioncamere: 1 prodotto su 10 non è a norma

L'industria del falso non subisce la crisi

Consumi/ Unioncamere: 1 prodotto su 10 non è a norma

Roma, 31 ago. (askanews) - Un prodotto su dieci è fuori norma. Quasi 1.500 beni di uso comune sugli oltre 15.000 controllati sul mercato nascondono irregolarità. La metà delle "insidie" rilevate si annida tra le righe delle etichette di abbigliamento e calzature che spesso dichiarano composizioni mendaci a danno della buona fede e, a volte, della salute stessa dei consumatori. E' quanto emerso nel corso delle oltre 4.000 ispezioni effettuate lungo lo Stivale dalle Camere di commercio alle quali il decreto sviluppo ha di recente affidato competenze specifiche anche nella tutela del Made in Italy. Articoli moda, metalli preziosi, prodotti elettrici, giocattoli, strumenti di misura: sono questi alcuni dei prodotti passati ai "raggi X" nel corso dell'attività di controllo e vigilanza del Sistema camerale per tutelare i consumatori dalla circolazione di prodotti non sicuri, ma anche per garantire la concorrenza leale e la lotta alla contraffazione. L'industria del "falso" sembra non conoscere crisi, con enormi danni per le eccellenze produttive autenticamente italiane. Solo nell'agroalimentare si calcola che il 'supermarket del tarocco' - tra Italian sounding, agropirateria e imitazioni - si traduca in una perdita d'affari di 60miliardi di euro l'anno, ovvero 7 milioni di euro l'ora. Un valore che, in assenza di ulteriori e più efficaci deterrenti, è destinato a crescere. Basti pensare che nel nostro Paese si realizza più del 21% dei prodotti a denominazione d'origine registrati a livello comunitario. A questi vanno aggiunti gli oltre 400 vini Doc, Docg e Igt e gli oltre 4.000 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni e inseriti nell'Albo nazionale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%