venerdì 20 gennaio | 17:47
pubblicato il 27/nov/2013 11:59

Consumi: Confcommercio, in 2013 fermi a 2,4%. Sara' Natale di austerita'

(ASCA) - Roma, 27 nov - Consumi ''drammaticamente fermi'', clima di fiducia ''incerto'', redditi pro-capite reali ai livelli del 1986, pressione fiscale inchiodata al 44% fino al 2016. E' il quadro che emerge da un'analisi Confcommercio sul peso delle tasse sui consumi, l'ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il Natale.

Il Centro studi dell'associazione conferma una riduzione dei consumi per l'anno 2013 pari al 2,4%, un fenomeno ''molto grave'', che segue la caduta eccezionale del 4,2% del 2012.

Tutto cio' ''prefigura, e non poteva essere altrimenti, l'ennesimo Natale di austerita'''.

red-drc/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire