sabato 10 dicembre | 09:53
pubblicato il 27/nov/2013 11:59

Consumi: Confcommercio, in 2013 fermi a 2,4%. Sara' Natale di austerita'

(ASCA) - Roma, 27 nov - Consumi ''drammaticamente fermi'', clima di fiducia ''incerto'', redditi pro-capite reali ai livelli del 1986, pressione fiscale inchiodata al 44% fino al 2016. E' il quadro che emerge da un'analisi Confcommercio sul peso delle tasse sui consumi, l'ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il Natale.

Il Centro studi dell'associazione conferma una riduzione dei consumi per l'anno 2013 pari al 2,4%, un fenomeno ''molto grave'', che segue la caduta eccezionale del 4,2% del 2012.

Tutto cio' ''prefigura, e non poteva essere altrimenti, l'ennesimo Natale di austerita'''.

red-drc/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina