domenica 26 febbraio | 14:10
pubblicato il 29/mag/2014 11:07

Confindustria: Squinzi, chi corrompe non puo' stare dentro

Confindustria: Squinzi, chi corrompe non puo' stare dentro

(ASCA) - Roma, 29 mag 2014 - ''Chi corrompe fa male alla propria comunita' e fa male al mercato, produce un grave danno alla concorrenza e ai suoi colleghi. Queste persone non possono stare in Confindustria''. Il presidente degli industriali, Giorgio Squinzi, non usa mezzi termini per condannare la corruzione.

Prendendo spunto dagli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto l'Expo, Squinzi nel suo intervento all'assemblea annuale ricorda come gli industriali hanno agito contro la corruzione. ''Ci siamo dati codici, abbiamo estromesso imprenditori che utilizzavano facili scorciatoie o, peggio, erano in relazione con la criminalita' organizzata.

Dedicheremo altrettanto impegno nel costruire la cultura della trasparenza a tutti i livelli. Vorremmo trovare corrispondenza in una giustizia che abbia un volto severo, ma giusto, da rispettare, non da temere''.

Per Squinzi ''occorre uno sforzo congiunto di prevenzione al malaffare. Occore uno scatto morale, nostro in primo luogo, poi del Paese tutto, se vogliamo liberarci dell'alleanza perversa tra complicazione e corruzione''.

glr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech