lunedì 27 febbraio | 20:11
pubblicato il 28/gen/2013 12:02

Confindustria: la recessione sta toccando il fondo

Confindustria: la recessione sta toccando il fondo

(ASCA) - Roma, 28 gen - ''L'economia italiana sta toccando il fondo della dura recessione, la seconda in cinque anni. Si delineano i presupposti di un rimbalzo che puo' dare avvio alla ripresa''. E' quanto indica Confindustria su Congiuntura Flash rilevando che la sfiducia ha infatti compresso la domanda interna ben oltre quanto giustificato dalla situazione oggettiva dei bilanci familiari e aziendali: gli acquisti di beni durevoli sono scesi molto piu' del reddito reale disponibile, gli investimenti sono ai minimi storici in rapporto al PIL e le scorte sono bassissime. ''Contemporaneamente - continua Congiuntura Flash - vengono meno o si allentano le tre cause del regresso: credit crunch, iper-restrizione dei bilanci pubblici e frenata della domanda globale. Basilare per la ripartenza e' che si sollevi la cappa di paura creata dalla situazione politica interna; percio' e' cruciale che l'esito delle imminenti elezioni dia al Paese una maggioranza solida, che abbia come priorita' le riforme e la crescita, fornendo cosi' un quadro chiaro che infonda fiducia nel futuro e orienti favorevolmente verso la spesa le decisioni di consumatori e imprenditori. Rimarranno deboli le costruzioni, per le quali vanno prese misure specifiche. Congiuntura Flash rileva che l'attivita' industriale italiana e' salita dello 0,4% in dicembre su novembre e risulta cosi' del 2,1% la diminuzione nel 4* trimestre (-6,2% nel 2012, stime CSC). Tale dinamica e' coerente con un calo del PIL nel 4* trimestre di nuovo marcato (-0,6% almeno), dopo il -0,2% nel terzo. ''Le prospettive immediate sono incerte. In dicembre il PMI manifatturiero segnala una minore riduzione degli ordini (44,3, da 42,2), interni ed esteri, e l'ISTAT rileva un marginale miglioramento dei giudizi delle imprese manifatturiere sulla domanda, ma anche che le loro attese a 3 mesi di ordini e produzione sono tornate a peggiorare (nel 4* trimestre -4,7, da -6,3). La ricostituzione delle scorte, valutate basse (saldo a -2, da 0), agira' da stimolo''. int/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech