giovedì 08 dicembre | 05:26
pubblicato il 23/mag/2016 20:17

Confindustria, giovedì debutto di Boccia: imprese motore crescita

Mattarella parteciperà all'assemblea. Renzi al G7 in Giappone

Confindustria, giovedì debutto di Boccia: imprese motore crescita

Roma, 23 mag. (askanews) - Debutto ufficiale giovedì per Vincenzo Boccia, nuovo presidente di Confindustria. Nel suo primo discorso pubblico, in occasione dell'assemblea annuale dell'associazione, Boccia insisterà sul rilancio della vocazione industriale del Paese. Dal palco dell'Auditorium della Musica, il neo presidente degli industriali dirà, secondo quanto si apprende, che solo rimettendo l'impresa al centro si potrà uscire dalle secche della bassa crescita e rafforzare una ripresa che appare ancora timida e fragile. Ad ascoltarlo, in prima fila, ci sarà il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, una presenza d'eccezione all'assemblea di Confindustria. Solo nel 2011, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, un altro presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, prese infatti parte all'assise degli industriali. Non sarà presente, invece, il premier Matteo Renzi, impegnato al G7 in Giappone.

Davanti al gotha dell'imprenditoria e della finanza, a membri del governo e delle istituzioni, al presidente della Banca d'Italia, Ignazio Visco, e ai tre leader sindacali, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, Boccia dirà che Confindustria deve essere un attore-protagonista ma rigorosamente "no partisan". Rivendicherà con forza il ruolo delle parti sociali, soprattutto nella partita che si gioca sul tavolo della riforma dei contratti. L'idea di Boccia in materia è che, per cambiare passo, occorra uno scambio tra salario e produttività.

Cuore della questione è fare, dunque, del livello aziendale la sede dove realizzare lo scambio cruciale tra miglioramenti organizzativi e di produttività e incrementi salariali, con facoltà di derogare al contratto nazionale.

Ai sindacati il nuovo presidente tenderà la mano insistendo sulla necessità di dialogare e di lavorare insieme perchè spetta alle parti sociali la responsabilità di completare la riforma con un assetto di relazioni industriali adeguato alle sfide competitive che il Paese ha di fronte.

Apertura al dialogo anche con il governo. Sul tema del referendum costituzionale, Boccia però non dovrebbe ancora schierare l'associazione. L'intenzione del successore di Giorgio Squinzi sarebbe quella di aspettare la decisione del Consiglio generale di Confindustria e poi di renderla ufficiale. Nel suo manifesto programmatico, però, Boccia aveva definito la riforma dello Stato "la riforma delle riforme per sbloccare il Paese". Semplificazione deve essere la parola d'ordine. Anche in materia fiscale bisogna andare verso una drastica semplificazione perchè il nostro sistema, a giudizio del presidente degli industriali, resta "oppressivo" e le tasse che gravano su cittadini e imprese sono troppe.

Nella sua prima relazione troverà spazio anche il capitolo Sud. Bisogna guardare al Mezzogiorno non con la logica dell'assistenza o di politiche speciali, ma con la consapevolezza che il vero rilancio economico non si può raggiungere senza che vi sia anche una ripresa dell'economia meridionale.

L'assemblea di giovedì sarà anche l'occasione per il primo discorso pubblico da ministro di Carlo Calenda, neoministro dello Sviluppo economico. Tra le novità anche il saluto del ministro dei Beni e delle attività culturali, Dario Franceschini, che prenderà la parola dal palco.

Prima dell'assemblea pubblica Boccia dovrà però essere formalmente eletto e votato all'assemblea privata di Confindustria in calendario per dopodomani. In quell'occasione, il neo presidente, eletto con soli nove voti di scarto sul rivale Alberto Vacchi, farà un grande richiamo all'unità spiegando che sarà il presidente "di tutti e per tutti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni