lunedì 20 febbraio | 01:16
pubblicato il 28/mar/2014 16:54

Confindustria: 'Neet' triste primato italiano. Costano 32,6 mld l'anno

(ASCA) - Bari, 28 mar 2014 - ''Neet, triste primato per l'Italia'': sono 2 milioni e 250 mila i giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e non si formano. E' quanto si legge nella relazione del Centro studi Confindustria ''Il Capitale sociale e la forza del Paese'' illustrata dal direttore, Luca Paolazzi, durante il convegno biennale in corso al Teatro Petruzzelli di Bari. Nel 2012 l'Italia ha l'incidenza piu' elevata di Neet in Europa pari al 24% dei giovani 15-29enni: il loro costo e' di 32,6 miliardi ogni anno. sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia