martedì 24 gennaio | 12:31
pubblicato il 12/giu/2013 11:29

Confcommercio: Sangalli, se chiudono le imprese chiude l'Italia

(ASCA) - Roma, 12 giu - ''Senza impresa non c'e' ne' crescita, ne' occupazione. E se chiudono le imprese, chiude l'Italia''. Questo l'avvertimento lanciato dal presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, nella sua relazione all'assemblea annuale della confederazione. ''Perche' se tutto questo e' vero - e vero lo e' - allora e' pur vero che, nel declino dell'Italia, non vi e' nulla di ineluttabile. Non siamo vittime di un 'destino cinico e baro'. Scontiamo, invece, - ha sostenuto - scelte sbagliate e scelte mancate. Oggi, pero', non possiamo piu' permetterci ne' le prime, ne' le seconde. Le agende delle scelte giuste e necessarie sono state gia' scritte. Bisogna realizzarle. Ne va del presente e del futuro dell'Italia. Facciamone tutti ragione profonda di impegno quotidiano, e anzitutto ne faccia ragione del suo impegno il 'governo di servizio'''.

red/rf/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4