sabato 10 dicembre | 17:36
pubblicato il 12/giu/2013 11:29

Confcommercio: Sangalli, se chiudono le imprese chiude l'Italia

(ASCA) - Roma, 12 giu - ''Senza impresa non c'e' ne' crescita, ne' occupazione. E se chiudono le imprese, chiude l'Italia''. Questo l'avvertimento lanciato dal presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, nella sua relazione all'assemblea annuale della confederazione. ''Perche' se tutto questo e' vero - e vero lo e' - allora e' pur vero che, nel declino dell'Italia, non vi e' nulla di ineluttabile. Non siamo vittime di un 'destino cinico e baro'. Scontiamo, invece, - ha sostenuto - scelte sbagliate e scelte mancate. Oggi, pero', non possiamo piu' permetterci ne' le prime, ne' le seconde. Le agende delle scelte giuste e necessarie sono state gia' scritte. Bisogna realizzarle. Ne va del presente e del futuro dell'Italia. Facciamone tutti ragione profonda di impegno quotidiano, e anzitutto ne faccia ragione del suo impegno il 'governo di servizio'''.

red/rf/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina