domenica 26 febbraio | 22:59
pubblicato il 12/giu/2013 11:29

Confcommercio: Sangalli, se chiudono le imprese chiude l'Italia

(ASCA) - Roma, 12 giu - ''Senza impresa non c'e' ne' crescita, ne' occupazione. E se chiudono le imprese, chiude l'Italia''. Questo l'avvertimento lanciato dal presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, nella sua relazione all'assemblea annuale della confederazione. ''Perche' se tutto questo e' vero - e vero lo e' - allora e' pur vero che, nel declino dell'Italia, non vi e' nulla di ineluttabile. Non siamo vittime di un 'destino cinico e baro'. Scontiamo, invece, - ha sostenuto - scelte sbagliate e scelte mancate. Oggi, pero', non possiamo piu' permetterci ne' le prime, ne' le seconde. Le agende delle scelte giuste e necessarie sono state gia' scritte. Bisogna realizzarle. Ne va del presente e del futuro dell'Italia. Facciamone tutti ragione profonda di impegno quotidiano, e anzitutto ne faccia ragione del suo impegno il 'governo di servizio'''.

red/rf/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech