sabato 25 febbraio | 23:38
pubblicato il 23/set/2014 13:01

Confcommercio, dato fallimenti conferma crisi senza precedenti

Riforme economiche devono essere al centro dell'agenda di governo (ASCA) - Roma, 23 set 2014 - Il dato di oggi sui fallimenti conferma che la crisi continua a dispiegare i suoi effetti, costringendo molte imprese, che finora hanno resistito, a chiudere. Questo il commento di Confcommercio alle rilevazioni sui fallimenti aziendali diffusi dal Cerved. "Tutti i territori e tutti i settori continuano ad attraversare una crisi senza precedenti che sta destrutturando il nostro sistema produttivo - continua Confcommercio - pregiudicando anche le fragili prospettive di una ripresa che comunque arrivera' solo nel 2015.

E', dunque, evidente che le imprese, per il perdurare della stagnazione dei consumi, per una pressione fiscale che non accenna a diminuire, per l'impossibilita' di far fronte ai fabbisogni finanziari, come della scarsa offerta del credito, e per il calo di fiducia, fronteggiano un quadro economico che purtroppo e' ancora di crisi strutturale.

Le riforme economiche - conclude Confcommercio - devono, pertanto, essere al centro dell'agenda di Governo perche' se non si attua quella poderosa operazione di sottrazione, meno tasse e meno spesa pubblica, il Paese e' destinato a rimare ancora fermo al palo.

Did

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech