domenica 04 dicembre | 09:17
pubblicato il 17/giu/2014 16:53

Commercio estero: segno più per agroalimentare, export +2,9%

Più 5% solo ad aprile

Commercio estero: segno più per agroalimentare, export +2,9%

Milano (askanews) - L'export agroalimentare ha continuato a mostrare un andamento molto positivo nel 2014, registrando un aumento del 2,9% nei primi quattro mesi dell'anno (+5% solo ad aprile), anche se nel contempo le vendite dei prodotti agricoli sui mercati stranieri segnano un momento di flessione (-0,5% nel primo quadrimestre e -3,8% ad aprile). Lo ha affermato la Cia-Confederazione italiana agricoltori, analizzando i dati Istat sul commercio estero.Il momento di affanno delle esportazioni di prodotti come frutta e verdura, in parte sfavorite dal rafforzamento del dollaro sull euro e in parte penalizzate dal clima, con eventi estremi sempre più frequenti che hanno effetti diretti sulla produzione - ha sottolineato la Cia - non devono far dimenticare il contributo fondamentale che il made in Italy agroalimentare nel suo complesso dà all economia italiana in un quadro di stagnazione generale. Oggi più che mai, bisogna lavorare per favorire e incrementare tutti quegli accordi di filiera tra produttori e agroindustria che sviluppano l export mondiale.

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari