sabato 25 febbraio | 03:28
pubblicato il 16/set/2013 15:28

Commercio estero: Monti (Ice), da dati Istat ottimismo per futuro

(ASCA) - Roma, 16 set - ''I dati pubblicati oggi dall'Istat inducono a guardare con ottimismo ai prossimi mesi. Il saldo della bilancia commerciale italiana ha fatto segnare a luglio un surplus di 5,9 miliardi, 1,2 miliardi in piu' rispetto allo stesso periodo del 2012''. Lo afferma, in una nota, il Presidente dell'Agenzia ICE, Riccardo Monti sottolineando che ''il saldo attivo, al netto della bolletta energetica pari a -5 miliardi, sfiora gli 11 miliardi di euro. L'avanzo deriva sia dagli scambi con l'Ue (+3,1 miliardi) sia da quelli con le aree extra Ue (+2,8 miliardi) ed e' frutto di un aumento dell'export (+3,0%) ed una flessione dell'import (-0,3%). Il saldo positivo nei primi sette mesi dell'anno raggiunge cosi' i 18,2 miliardi, ma al netto dei prodotti energetici e' superiore ai 50 miliardi. Sul precedente mese di giugno, luglio mostra comunque una diminuzione delle esportazioni (-2,3%) e un aumento delle importazioni (+0,4%)''. Per Monti ''uno degli aspetti positivi piu' rilevanti dei dati del mese di luglio e' l'elevato contributo alla crescita del settore delle macchine e apparecchi in molti mercati, come la Russia (+48%), il Giappone (+47,2%), le economie dinamiche dell'Asia - Eda (+23,2%) e il Mercosur (+29,7%) ma anche la Cina (+10,6%) e l'Asean (+5%): il settore ha un peso rilevante soprattutto nelle nostre esportazioni verso i paesi extra Ue, rappresentando quasi un quarto delle vendite totali (23%), ed e' quindi estremamente positivo che abbia ripreso a trainare la crescita''. Secondo il presidente dell'Ice ''sara' fondamentale che la domanda anche nei paesi europei a noi piu' vicini, in primo luogo la Germania, torni crescere in maniera robusta nei prossimi mesi. Infatti, per quanto le imprese italiane abbiano compiuto notevoli sforzi per diversificare i loro mercati, grazie anche alla presenza e al supporto dell'Agenzia Ice che sta moltiplicando le proprie energie anche con l'apertura di nuovi uffici, la rilevanza dei partner europei sul nostro export complessivo resta tuttora fondamentale''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech