domenica 26 febbraio | 03:04
pubblicato il 23/ott/2013 14:19

Commercio estero: Confcooperative, puntare su export. E' leva anticrisi

(ASCA) - Roma, 23 ott - ''L'export dovrebbe essere tra le prime misure di sviluppo per le imprese, una misura che deve essere utilizzata al meglio come leva anticrisi''. Cosi' in una nota Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative, commenta i dati Istat che fotografano un aumento delle esportazioni nel mese di settembre.

''In troppi casi - continua Gardini - le imprese non sono adeguatamente dimensionate e organizzate per politiche di export e internazionalizzazione. Elemento questo che ne frena la competitivita'. Questa debolezza fisiologica dell'impresa Italia viene peggiorata dalle difficolta' di accesso al credito, dalla pressione fiscale, dall'appesantimento burocratico. Punti sui quali occorrono interventi semplificativi del governo''.

com-drc/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech