domenica 04 dicembre | 03:29
pubblicato il 24/gen/2014 12:33

Commercio dettaglio:Confcommercio, tagliare tasse per rilanciare consumi

(ASCA) - Roma, 24 gen 2014 - '' I modesti segnali di miglioramento che si avvertono sul versante produttivo non hanno ancora prodotto effetti tangibili sulla domanda per consumi. Al netto della componente inflazionistica, infatti, la tendenza della domanda relativa ai beni e' ancora in ridimensionamento con un calo dello 0,2% rispetto ad ottobre e -3,4% nella media dei primi 11 mesi del 2013'', questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio diffusi oggi dall'Istat di novembre. ''Al momento, solo le imprese di piu' grande dimensione sembrano beneficiare dell'attenuarsi della crisi della domanda che, tra la fine del 2010 e il terzo trimestre del 2013, ha portato ad una contrazione dei volumi di beni e servizi acquistati dalle famiglie del 7,8%'', spiega la nota della Confcommercio.

''E', dunque, evidente che per sostenere e rivitalizzare la fiducia delle famiglie, ancora in calo a dicembre 2013, occorre un progetto concreto e realizzabile di riduzione del carico fiscale il cui attuale livello e' incompatibile con qualsiasi prospettiva di ripresa'', conclude la nota.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari