martedì 24 gennaio | 06:50
pubblicato il 06/ott/2015 12:03

Comau e Cnh industrial, insieme per una nuova strategia di design

Presentati a Emo Milano 2015 due concept di stile rivoluzionario

Comau e Cnh industrial, insieme per una nuova strategia di design

Milano (askanews) - L'alta tecnologia e il design si sposano in nome dell'eleganza e della funzionalità "made in Italy".

Comau, azienda leader mondiale nella produzione di sistemi di assemblaggio automatici e flessibili ha avviato una collaborazione strategica con il Design Team di Cnh Industrial per rinnovare stile e dna della propria gamma di prodotti. A partire dai due concept: SmartDriveComau e SmartRobComau, presentati a Emo Milano 2015, fiera internazionale dedicata al mondo dei macchinari.

Gianluca Bianco, Chief Operating Officer di Comau Powertrain Machining & Assembly.

"Perché un nuovo design? La qualità delle nostre macchine come di quelle della nostra concorrenza è un dato di fatto quindi, a parità di costo il nostro cliente privilegia un prodotto che abbia un certo tipo di stile, un certo design. Questo è molto importante in una fabbrica, renderla un ambiente migliore per chi ci lavora è stato uno dei migliori drive che ci ha spinto a studiare un nuovo concept per le nuove macchine".

I designer dei prodotti assemblati con le macchine Comau, sono stati incaricati questa volta di progettare la stessa macchina che dovrebbe produrre le loro macchine. Il team di designers di Cnh Industrial, diretto da David Wilkie, è stato scelto da Comau per l'esperienza consolidata e per i successi già ottenuti in questo campo.

I dettagli dell'operazione nelle parole di David Wilkie, Director of Design e Guido Bianco, Chief Designer di CNH Industrial.

"Per me e per il mio team è stata una bellissima esperienza - ha spiegato Wilkie - non è stato facile, è stato un po' un 'challenge', una sfida. Era tutta una cosa nuova con dei tecnici molto importanti e anche dei vincoli da seguire molto importanti. Però abbiamo cercato di dare il massimo di stile e di design".

"Questo tipo di esperienza - ha aggiunto Guido Bianco - è qualcosa che ci aiuta a creare delle cose belle ma funzionali, che siano non solo esteticamente piacevoli, che è giù un 'plus' ma che servano a fare il lavoro in modo che chiunque, soprattutto i customers che entrano in un'azienda, capisca di essere in un ambiente Comau e riconosca molto bene l'azienda Comau".

L'utilizzo del plexiglass per l'involucro, al cui interno si vedono il motore e i componenti della macchina è un richiamo metaforico al concetto di trasparenza per rendere letteralmente visibili a tutti la qualità del lavoro le alte prestazioni e la precisione della tecnologia utilizzata.

Insomma, una scelta per rendere fabbriche e ambienti di lavoro belli e confortevoli oltre che produttivi. E i due concept, presentati alla fiera Emo, sono il primo risultato di questa collaborazione.

Stile e qualità "made in Italy" che, come ha spiegato in conclusione Gianluca Bianco serviranno da biglietto da visita anche per conquistare i mercati stranieri.

"Poter presentarci con un'eccellenza tecnica e un design italiano - ha concluso Gianluca Bianco - è sicuramente una grande leva marketing".

Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4