lunedì 05 dicembre | 18:08
pubblicato il 04/gen/2014 12:00

Codacons: Deludenti prime ore dei saldi, vendite in calo 10-15%

Buon afflusso nei negozi ma gli acquisti sono in calo

Codacons: Deludenti prime ore dei saldi, vendite in calo 10-15%

Milano, 4 gen. (askanews) - Deludono le prime dei saldi, con vendite in calo del 10-15%. Lo ha rilevato il Codacons che, a poche ore dalla partenza ufficiale dei saldi invernali, ha tracciato le prime indicazioni sull'andamento degli sconti di fine stagione. Nella fascia oraria dalle 10 alle 12 - ha spiegato l'associazione - si è registrato un buon afflusso di cittadini nei negozi e nei centri commerciali mentre gli acquisti, nella prima mattinata di saldi, appaiono in calo mediamente tra il 10% ed il 15% nelle grandi città rispetto alla stessa fascia oraria del 2013. "Ancora una volta l'avvio dei saldi è improntato alla massima cautela - ha spiegato il presidente Carlo Rienzi - i cittadini escono, osservano le vetrine ma ancora non comperano. Segno che i consumatori puntano ad acquisti mirati, limitati da un budget per i saldi sempre più ristretto a causa della crisi economica".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari