domenica 04 dicembre | 13:28
pubblicato il 11/dic/2011 09:53

Clima/ Clini soddisfatto: Siamo usciti da cono ombra Copenaghen

Accordi Durban piattaforma per sviluppo tecnologie e crescita

Clima/ Clini soddisfatto: Siamo usciti da cono ombra Copenaghen

Roma, 11 dic. (askanews) - "Siamo usciti dal 'cono d'ombra' di Copenaghen". Lo ha afefrmato il ministro dell'Ambiente Corrado Clini, esprimendo soddisfazione per la conclusione del summit Onu di Durban sul clima. "L'accordo, che supera i limiti del Protocollo di Kyoto ed ha una dimensione globale, offre all'Europa la possibilità di costituire, con le grandi economie emergenti di Brasile,Cina. India, Messico e Sud Africa, la 'piattaforma' per lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie e dei sistemi in grado di assicurare nello stesso tempo la crescita economica e la riduzione delle emissioni. Questo - ha sottolineato Clini- e' il nuovo fronte della competitività". "L'Italia - ha detto ancora il ministro- e' nel gruppo di testa dei paesi che hanno voluto l'accordo di Durban, ed ora siamo impegnati a dare seguito all'accordo nelle politiche nazionali, nella nostra partecipazione alle decisioni europee e nel rafforzamento del nostro partenariato con Brasile, Cina, India, Messico e Sud Africa. Il primo impegno in questa direzione e' il pieno appoggio alla rapida approvazione delle direttive europee sull'efficienza energetica e sulla fiscalita' energetica, per assicurare condizioni favorevoli di mercato per lo sviluppo e la disseminazione delle tecnologie energetiche a basso contenuto di carbonio". "Il secondo impegno - ha proseguito Clini- e' la revisione del Piano nazionale per la riduzione delle emissioni, e della strategia italiana per lo sviluppo sostenibile, approvate nel 2002, che presenterò al CIPE entro il 15 gennaio. E tra gennaio e marzo ho già in programma due missioni in Brasile e Cina per rafforzare la cooperazione già in corso. Mentre sempre in marzo incontrerò a Roma Edna Molewa, Ministro dell'ambiente del Sud Africa per lanciare un programma comune per lo sviluppo sostenibile di quel paese". E "infine, come paese 'fondatore' del 'Green climate fund' - ha concluso- avvierò quanto prima una iniziativa per valorizzare le importanti risorse che il Ministero dell'Ambiente ha destinato negli anni scorsi a programmi comuni con la Banca Mondiale e che ora risultano strategiche per assicurare al nostro paese un ruolo di leadership".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari