martedì 28 febbraio | 16:26
pubblicato il 16/mar/2013 11:15

Cipro: accordo Eurogruppo, prestiti per 10 mld e tasse su depositi

Cipro: accordo Eurogruppo, prestiti per 10 mld e tasse su depositi

(ASCA) - Bruxelles, 16 mar - Via libera dell'Eurogruppo agli aiuti per Cipro. I ministri dell'Economia e delle Finanze dei paesi dell'Euro, dopo una riunione straordinaria di quasi dieci ore, hanno trovato l'accordo che consente l'esborso di dieci miliardi di euro a favore del governo di Nicosia, una cifra minore rispetto a quanto richiesto dalle autorita' cipriote (17 miliardi). Al programma di salvataggio il Fondo monetario internazionale (Fmi) partecipera' con un miliardo.

La differenza tra quanto chiesto e quanto ottenuto (7 miliardi) verra' colmata da interventi di altra natura. Il programma di assistenza finanziaria comprende un'imposta eccezionale che puo' arrivare fino al 9,9% sui depositi bancari nelle banche cipriote e una trattenuta alla fonte sugli interessi di questi depositi.

Nello specifico, il prelievo eccezionale sui depositi bancari sara' del 6,75% sui depositi inferiori a 100mila euro e del 9,9% su quelli superiori a questo tetto. ''Il guadagno stimato del prelievo e' di 5,8 miliardi di euro'', ha spiegato il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, al termine della maratona negoziale. Previsto inoltre anche un aumento della tassa sulle societa' del 2,5% (dal 10 al 12,5%). Nel piano di risanamento trova spazio anche il piano di privatizzazione.

''Questo pacchetto - ha assicurato Dijsselbloem - permettera' una ristrutturazione del settore bancario e rendera' sostenibile il debito''. Soddisfatto il ministro delle Finanze cipriota, Michalis Sarris: ''Sono stati evitati tagli a salari e pensioni'', ha evidenziato. Una sottolineatura non causale: Nicos Anastasiades, il presidente appena eletto, ha promesso che non si sarebbero accettati tagli. Una promessa mantenuta. Sarris ha quindi spiegato che i correntisti che subiranno la tassazione eccezionale riceveranno azioni delle loro banche. ''Paragonata ad altre soluzioni, e' la meno costosa''. Per il direttore del Fmi, Christine Lagarde, la soluzione proposta per Cipro ''e' durevole, sostenibile, e nell'interesse dell'economia cipriota''. L'Eurogruppo, nella nota diffusa questa mattina, si dice ''fiducioso'' che le misure concordate con Cipro permetteranno al debito pubblico, che nel 2020 dovrebbe arrivare al 100% del Pil, di ''rimanere su un percorso sostenibile''. Il programma di aiuti, inoltre, permettera' di ''assicurare la stabilita' del settore finanziario''. La nota dell'Eurogruppo precisa quindi che il consiglio dei governatori del fondo salva-stati permanente Esm approvera' formalmente la proposta di aiuti ''entro la seconda meta' di aprile''.

bne/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Welfare
Inps: al via nuovo piano assistenza per 30mila non autosufficienti
Taxi
Taxi, Cgia Mestre: in Italia i costi di gestione più alti dell'Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech