domenica 22 gennaio | 13:41
pubblicato il 12/set/2014 16:34

Cinese Fosun rilancia sul Club Med conteso con l'italiano Bonomi

Nuova offerta supera proposta italiana, ma baricentro in Cina (ASCA) - Roma, 12 set 2014 - Il rilancio cinese sul Club Med e' puntualmente arrivato: il conglomerato Fosun, che si oppone alla cordata rivale capeggiata dall'italiano Andrea Bonomi, ha alzato la posta a 22 euro per azione. Un livello che valorizza il gruppo di villaggi vacanze a 839 milioni di euro, e che sembra mettere una seria ipoteca sul futuro del celebre marchio. Questo consistente rincaro, pero', contestualmente ha visto spostarsi il baricentro della aspirante nuova proprieta' sempre piu' a oriente.

Ed e' proprio su questo aspetto che si e' concentrata la riposta a caldo dei rivali. "Si tratta di una offerta quasi al 100 per centro cinese e che contraddice, visti i partner scelti, la strategia scelta dal management del Club Med", hanno commentato fonti vicine alla Global Resorts del finanziere italiano, citate da France Presse. Tuttavia i cinesi hanno riguadagnato l'appogio formale del management del Club Med. Non a caso hanno garantito la permanenza in carica sia del presidente e amministratore delegato, Henri Giscard d'Estaing, sia del direttore finanziario Michel Wolfovski.

L'alleanza tra Fosun e il gruppo di investimenti francese Ardian permane formalmente, ma quest'ultimo e' relegato ad un ruolo molto minoritario e marginale, laddove nell'offerta originaria aveva un peso paritetico con i cinesi. I due partner si sono alleati con U-Tour, agenzia di viaggi cinese che gia' distribuisce i prodotti Club Med sul mercato del Dragone, e con la societa' di assicurazioni portoghese Fidelidade, controllata peraltro da Fosun.

A questo punto la proposta cinese sulla carta vale quasi il 5 per cento in piu' di quella di Bonomi: 22 euro per azione e 23,23 euro per obbligazione convertibile, contro 21 euro per azione e 22,41 euro per obbligazione convertibile della Global Resorts che valorizza complessivamente l'emittente a 790 milioni di euro. Un divario sensibile, salvo ovviamente nuove eventuali controfferte che dovessero emergere.

Voz

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4