domenica 11 dicembre | 09:05
pubblicato il 13/ago/2014 09:58

*Cina: il forte calo prestiti bancari alimenta timori su crescita

(ASCA) - Roma, 13 ago 2014 - Crollano a luglio i nuovi prestiti bancari in Cina. Secondo i dati diffusi da People Bank of China il mese scorso i nuovi impieghi sono ammontati a 385 miliardi di yuan (circa 62,5 miliardi di dollari) rispetto ai mille miliardi di giugno. La contrazione e' stata determinata dalla debolezza del mercato immobiliare. Il trend dei prestiti delle banche e gli altri principali indicatori economici come produzione industriale e vendite al dettaglio alimentano i timori per una frenata dell'economia cinese. La dinamica e' ancora da capogiro, specie se raffrontata ai dati dei paesi europei che non si schiodano da numeri in decimali. La produzione industriale registra un tasso di espansione del 9% a luglio su base annuale ma nei primi 7 mesi la dinamica mostra segnali di rallentamento a un +8,8% rispetto al +9,4% dello stesso periodo dello scorso anno. Identico trend per le vendite al dettaglio che segnano un incremento del 12,1% nei primi 7 mesi rispetto al +12,8% dell'analogo periodo del 2013.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina