lunedì 20 febbraio | 01:10
pubblicato il 13/ago/2014 09:58

*Cina: il forte calo prestiti bancari alimenta timori su crescita

(ASCA) - Roma, 13 ago 2014 - Crollano a luglio i nuovi prestiti bancari in Cina. Secondo i dati diffusi da People Bank of China il mese scorso i nuovi impieghi sono ammontati a 385 miliardi di yuan (circa 62,5 miliardi di dollari) rispetto ai mille miliardi di giugno. La contrazione e' stata determinata dalla debolezza del mercato immobiliare. Il trend dei prestiti delle banche e gli altri principali indicatori economici come produzione industriale e vendite al dettaglio alimentano i timori per una frenata dell'economia cinese. La dinamica e' ancora da capogiro, specie se raffrontata ai dati dei paesi europei che non si schiodano da numeri in decimali. La produzione industriale registra un tasso di espansione del 9% a luglio su base annuale ma nei primi 7 mesi la dinamica mostra segnali di rallentamento a un +8,8% rispetto al +9,4% dello stesso periodo dello scorso anno. Identico trend per le vendite al dettaglio che segnano un incremento del 12,1% nei primi 7 mesi rispetto al +12,8% dell'analogo periodo del 2013.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia