domenica 11 dicembre | 01:16
pubblicato il 15/mag/2014 12:44

Cig: Inps, ad aprile aumenta del 2%. Quella in deroga cala del 12,6%

(ASCA) - Roma, 15 mag 2014 - Nello scorso mese di aprile sono state complessivamente autorizzate 86,8 milioni di ore di cassa integrazione guadagni, tra interventi ordinari, straordinari e in deroga, con una riduzione pari al -13,2% rispetto ad aprile 2013, con 100,1 milioni di ore autorizzate. Lo rileva l'Inps precisando che i dati destagionalizzati evidenziano nel mese di aprile 2014, rispetto al precedente mese di marzo, una variazione congiunturale pari al +2,0% per il totale degli interventi di cassa integrazione. Dall'analisi delle singole tipologie di intervento, emerge che le ore di cassa integrazione ordinaria (CIGO) autorizzate ad aprile 2014 sono state 22,5 milioni, mentre un anno prima, nel mese di aprile 2013, sono state 35,8 milioni, con una diminuzione tendenziale del -37,0%. In particolare, la variazione tendenziale e' stata pari a -42,4% nel settore industriale e -20,3% in quello edile. Le variazioni congiunturali calcolate sui dati destagionalizzati registrano, nel mese di aprile 2014 rispetto al mese precedente, un decremento pari al -10,3%.

Per gli interventi straordinari (CIGS), il numero di ore autorizzate ad aprile 2014 e' stato pari a 46,9 milioni, con un incremento del +47,1% rispetto ad aprile 2013, nel corso del quale sono state autorizzate 31,9 milioni di ore.

Rispetto al mese di marzo 2014, si registra una variazione congiunturale calcolata sui dati destagionalizzati pari a +16,6%.

Infine, passando agli interventi in deroga (CIGD) i quali, si ricorda, risentono degli stanziamenti fissati a livello regionale, sono state 17,4 milioni le ore autorizzate nel mese di aprile 2014: nel confronto con il mese di aprile 2013 (con 32,4 milioni di ore autorizzate), si registra un decremento del -46,4%.

Anche la variazione congiunturale calcolata sui dati destagionalizzati mostra una riduzione rispetto allo scorso mese di marzo, pari a -12,6%.

Prima di analizzare i dati relativi alla disoccupazione involontaria, si ricorda che dal 1* gennaio 2013 sono entrate in vigore le nuove prestazioni ASpI e mini ASpI. Pertanto, le domande che si riferiscono a licenziamenti avvenuti entro il 31 dicembre 2012 continuano ad essere classificate come disoccupazione ordinaria, mentre per quelli avvenuti dopo il 31 dicembre 2012 le domande sono classificate come ASpI e mini ASpI.

Per quanto riguarda i dati specifici, nel mese di marzo 2014 sono state presentate 83.709 domande di ASpI, 28.281 domande di mini ASpI, 193 domande tra disoccupazione ordinaria e speciale edile e 9.378 domande di mobilita', per un totale di 121.561 domande, il 3,7% in meno rispetto alle 126.278 domande presentate nel mese di marzo 2013.

red-glr/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina