domenica 04 dicembre | 13:39
pubblicato il 16/apr/2013 19:18

Cig: il tavolo sull'emergenza risorse si sposta a Palazzo Chigi

Cig: il tavolo sull'emergenza risorse si sposta a Palazzo Chigi

(ASCA) - Roma, 16 apr - Il tavolo sull'emergenza delle risorse per finanziare la cassa integrazione in deroga per il 2013 si sposta a Palazzo Chigi, probabilmente agli inizi della prossima settimana. Questo il risultato dell'incontro che il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha avuto oggi con i sindacati e le imprese. ''Chiedero' a Monti e a Grilli - ha detto il ministro - una riunione da mettere in calendario per lunedi' o martedi' per esaminare il problema dettato dall'emergenza per il finanziamento della cassa in deroga''. Cgil, Cisl e Uil hanno infatti chiesto oggi al governo di dire l'ultima parola sulle risorse che sara' possibile mettere in campo per finanziare la Cig in deroga. ''Nell'incontro con il ministro Fornero abbiamo chiesto la stanziamento di 1,5 miliardi di euro per finanziare gli ammortizzatori in deroga in scadenza nelle prossime settimane. Queste sono le risorse necessarie per poter garantire un sostegno al reddito a tutte le famiglie coinvolte fino a fine anno'', ha commentato il segretario confederale Cisl Luigi Sbarra. ''La stima e' basata sulla spesa dello scorso anno, che tiene conto dell'evoluzione negativa della situazione economica. Inoltre - ha sottolineato Sbarra - deve essere progettato e finanziato un Piano straordinario per qualificare e riqualificare, anche impegnando risorse dei Fondi Interprofessionali, coloro che percepiscono gli ammortizzatori sociali e che, in buona parte, non potranno rientrare, purtroppo, nelle aziende di provenienza. Bisogna quindi attrezzarsi per affrontare non la sola urgenza legata agli ammortizzatori sociali - ha concluso il sindacalista - ma anche una vera emergenza legata alle politiche attive, che diventano fondamentali per evitare che le file dei disoccupati continuino inesorabilmente a crescere''. Quest'anno per la cassa integrazione in deroga, e' emerso nel corso dell'incontro, serviranno non meno di 2,3 miliardi di euro, la stessa cifra spesa nel 2012. ''Lo scenario di crisi e l'esperienza dello scorso anno ci indicano - ha detto il ministro - che la spesa non sara' piu' bassa del 2012''. Secondo Fornero, ''adesso bisogna lavorare perche' i 40 miliardi di liquidita' alle imprese per il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione vadano presto in circolo''. In conclusione, la Fornero ha pero' invitato ''a contrastare il pessimismo'' dal momento che diversi istituti ''accreditano nella seconda meta' dell'anno un briciolo di ripresa''. red/rf/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari